Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 20 Ottobre 2017 - Aggiornato alle 9:16 - Lettori online 757
RAGUSA - 16/02/2017
Cronache - Operazione della Finanza

Sequestrati 100 mila articoli di carnevale pericolosi

Il rappresentante legale della società è stato segnalato Foto Corrierediragusa.it

Se è noto che «A Carnevale ogni scherzo vale» è altrettanto vero che con la salute e l’incolumità delle persone, specie dei bambini, non si scherza. E così la guardia di finanza ha sequestrato circa 100 mila articoli di carnevale, per un valore commerciale di oltre 300 mila euro, al termine di una specifica attività info-investigativa e di controllo del territorio esercitata nei confronti di un megastore etnico. Nel corso dell’intervento sono stati rilevati, illegalmente detenuti per la rivendita, centinaia di migliaia di giocattoli carnevaleschi (costumi, maschere, gadget, bombolette spray colorate e stelle filanti), tutti privi del marchio «Ce» e, quando presente, acronimo di «China Export» e non di «Comunità europea», come invece dovrebbe essere per certificare la conformità e la sicurezza dei prodotti. Non a caso questi articoli privi del marchio risultano in prevalenza assemblati con materiali scadenti, comunque non controllati, quindi potenzialmente nocivi per gli utilizzatori.

Anche la mancanza di indicazioni in italiano riportanti le sostanze contenute, le modalità d’uso e le eventuali precauzioni per l’uso possono costituire un serio e concreto pericolo per i consumatori. Il rappresentante legale della società oggetto del controllo e del successivo sequestro è stato dunque segnalato alla camera di commercio di Ragusa per le violazioni al codice del consumo, per le quali sono previste sanzioni fino a 25 mila euro, nonché la successiva confisca e distruzione dei prodotti sequestrati. In ultimo il consiglio sempre valido per i consumatori è sempre quello di stare bene attenti a cosa si acquista, e soprattutto dove.