Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 17 Agosto 2017 - Aggiornato alle 0:20 - Lettori online 276
RAGUSA - 03/02/2017
Cronache - Le indagini sono partite dalla denuncia di un 15enne

Pedofilo arrestato in villa comunale

L’uomo è stato rinchiuso in carcere Foto Corrierediragusa.it

Un pedofilo seriale è stato arrestato dalla polizia. L´uomo, stando a quanto accertato dagli investigatori, offriva alle piccole vittime designate giri in motorino e ricariche telefoniche per attirarli nella sua rete. L’indagine ha avuto inizio dal tentativo di adescare un minorenne presso la villa comunale di Ragusa dove il pedofilo prestava servizio come custode. La denuncia ha permesso di scoprire reati, definiti "gravissimi" dagli inquirenti, a carico di 6 minori tutti maschi, di cui alcuni parenti dello stesso pedofilo. Era stato un 15enne, che si era recato alla villa comunale per far fare la passeggiata al suo cagnolino, a segnalare i fatti da cui si sono originate le indagini. Il ragazzino era stato oggetto di attenzioni da parte del custode della villa. In particolar modo l’uomo aveva fatto delle proposte esplicite al minore. Il ragazzo ha detto tutto agli increduli genitori, che hanno sporto denuncia. Dalle prime indagini sono subito emersi i contatti telefonici del pedofilo indirizzati ad un gruppo di minori, alcuni dei quali a lui legati da vincolo di parentela. I ragazzini, dopo essere stati oggetto di attenzioni e di violenze, rifiutavano di incontrarsi con il pedofilo, cercando di allontanarlo dalle loro vite.

Le 6 vittime hanno descritto nei minimi dettagli i gravissimi fatti, consentendo di fermare il soggetto per diverse fattispecie di reato, dall’adescamento di minore, alla violenza sessuale aggravata dall’aver commesso i fatti ai danni di minori di anni 10 e dal vincolo di parentela. Durante l’incidente probatorio di pochi giorni fa, i minori hanno confermato quanto dichiarato agli investigatori nella sala per audizioni protette della questura di Ragusa, aggiungendo peraltro altri dettagli ancora più gravi. Il soggetto arrestato si trova ora in carcere, in isolamento (per evitare contatti con gli altri detenuti), in attesa delle nuove fasi processuali che si terranno a breve.


quante incognite
03/02/2017 | 11.42.47
Davide

un tale commette un reato in un posto....
articolo senza un minimo di dettagli: non dico il nome del pedofilo, che sarebbe oro colato saperlo, ma almeno si potrebbe sapere in quale villa comunale è successo?
PS la mia non è semplice curiosità, ma preoccupazione di un genitore