Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:53 - Lettori online 850
RAGUSA - 15/09/2016
Cronache - Manette per 2 ragusani

Furti in serie in studio e salone: 2 arresti

Ad arrestarli in flagranza sono stati gli uomini della sezione volanti Foto Corrierediragusa.it

Una grossa quantità di refurtiva del valore di circa 6 mila euro è stata recuperata durante i servizi finalizzati alla prevenzione e repressione dei reati di tipo predatorio da parte degli uomini dell’Ufficio Volanti della Questura di Ragusa, diretti dal Commissario Capo Filiberto Fracchiolla. In manette sono finiti due ragusani per furto aggravato in concorso, che, colti in flagranza, alla vista degli agenti hanno cercato di fuggire, disfacendosi degli attrezzi atti allo scasso. Immediatamente bloccati, i due uomini sono stati sottoposti a perquisizione personale sul posto. Il primo nascondeva nei pantaloni un grosso giravite, mentre l’altro teneva sotto la maglia un pc portatile del valore di circa mille euro completo di caricabatteria. Le manette sono scattate per Salvatore Cirica e Franco Mormina. Dall’esame del computer si è potuto accertare che lo stesso potesse essere di proprietà di uno studio di infortunistica stradale con sede a Ragusa, come accertato successivamente in loco, dove tutto era a soqquadro e con la porta che presentava evidenti segni di effrazione.

Le attività sono proseguite con la perquisizione domiciliare nelle rispettive abitazioni dei due ladri, a seguito delle quali è stata recuperata una grossa quantità di refurtiva del valore di circa 6 mila euro. In particolare sono state rinvenute diverse attrezzature e prodotti di alta qualità rubati in un salone di parrucchiere di Ragusa, furto avvenuto appena un giorno prima, oltre a decoder, cuffie ed altri impianti video.
Il tutto è stato recuperato e riconsegnato al legittimo proprietario. Cirica e Mormina sono stati dunque rinchiusi nel carcere di Ragusa.