Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:51 - Lettori online 1130
RAGUSA - 14/09/2016
Cronache - Il bilancio pesante dell’incidente lungo la ex statale 115, nei pressi del viadotto Costanzo

Restano in prognosi riservata i coniugi coinvolti nello scontro fatale in cui è morto Samuele Peluso. Condizioni critiche

E’ intervenuta la polstrada, i 2 mezzi sono stati posti sotto sequestro Foto Corrierediragusa.it

Ancora un tributo di sangue pagato sulle strade iblee in appena 48 ore: stavolta a perdere la vita nello scontro tra 2 mezzi è stato un 19enne di Modica, Samuele Peluso (nel riquadro della foto con la scena dell´incidente), che lavorava nella rinomata impresa di famiglia specializzata in assistenza ai mezzi pesanti e che risiedeva ad Ispica. Il giovane era infatti il figlio di Carmelo Peluso, capo officina nella azienda di cui è titolare il fratello Giorgio, e sin da giovanissimo aveva cominciato a lavorare insieme ai cugini. Il 19enne era al volante di un Fiat Doblò e stava guidando verso Modica. Si era infatti recato nel capoluogo per ritirare alcuni pezzi di ricambio che dovevano essere utilizzati per alcune riparazioni urgenti. Per cause da accertare da parte della polstrada, Samuele Peluso si è scontrato frontalmente con una Lancia Musa che proveniva dall’opposto senso di marcia.

Il terribile impatto non ha lasciato scampo al giovane, morto sul colpo. Gravissimi il conducente e la passeggera dell’auto, due coniugi originari di Comiso: G.M. ed N.C, rispettivamente di 64 e 52 anni, ricoverati in prognosi riservata al «Maggiore» di Modica ed al «Civile» di Ragusa. L’incidente mortale si è verificato alle 18 di martedì sulla ex statale 115, nei pressi del ponte Costanzo e, come accennato, segue di circa 48 ore l’altro incidente autonomo di domenica scorsa in cui aveva perso la vita il 36enne Vincenzo Rossini, pure lui modicano, sposato e padre di 2 figli piccoli, i cui funerali erano stati celebrati proprio nel pomeriggio nella chiesa dei frati Cappuccini di via Nuova Sant’Antonio.

Tornando a quest´ultimo incidente, pare che lo scontro frontale sia stato originato da una curva che avrebbe causato una invasione di corsia. Saranno gli agenti della polstrada ad accertare l’esatta dinamica. La strada è rimasta chiusa al traffico veicolare per circa un paio d’ore, il tempo utile ad effettuare i rilievi e a sgomberarla dalle carcasse dei due veicoli, che, come da prassi in casi del genere, sono stati sottoposti a sequestro. Per il giovane, nonostante il tempestivo intervento dei soccorsi, non c’è stato nulla da fare. Quando i vigili del fuoco lo hanno estratto dal groviglio di lamiere, era già privo di vita. I due coniugi sono invece stati subito trasportati in ambulanza negli ospedali di Modica e Ragusa e la loro vita è appesa ad un filo.