Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:08 - Lettori online 1107
RAGUSA - 06/08/2016
Cronache - Disavventura a lieto fine per una 82enne

Donna affetta da alzheimer soccorsa

Era stato il figlio preoccupato a lanciare l’allarme Foto Corrierediragusa.it

Si era allontanata da Punta Secca facendo perdere le tracce un’anziana donna di 82 anni affetta da alzheimer, in vacanza presso la località nota per la serie televisiva del Commissario Montalbano. I fatti si sono verificati nella giornata di venerdì quando, palesemente allarmato, ha chiamato al 113 il figlio della donna, chiedendo aiuto per ritrovare la propria mamma, affetta dalla malattia che provoca vuoti di memoria, che autonomamente si era allontanata dal domicilio in cui la famiglia romana risiede per le ferie estive, facendo perdere le proprie tracce. Immediatamente la pattuglia moto montata della sezione volanti della polizia di Stato di Ragusa, ottenute le descrizioni fisiche della donna, ha iniziato a perlustrare tutta la zona balneare circostante riuscendo a percorrere anche le vie più strette tra Caucana, Casuzze e Punta Secca, al fine di rintracciare al più presto la povera donna che si trovava in una situazione pericolosa per la sua incolumità.

Dopo un’ora di intense ricerche fortunatamente la donna è stata rintracciata in stato confusionale nei pressi di Casuzze, soccorsa momentaneamente da una giovane donna ragusana che, resasi conto che la signora era in difficoltà le ha offerto le prime cure. L’anziana donna, seppure in uno stato di smarrimento era in discrete condizioni fisiche ed è stata affidata subito al proprio figlio che ha potuto riabbracciare la madre. Soddisfatti i turisti romani per l’immediato intervento degli agenti in servizio sul litorale ibleo, grazie al quale hanno risolto felicemente una situazione che poteva rovinare il loro periodo estivo da trascorre nell’incantevole scenario reso famoso dai successi di un altro "poliziotto".