Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 573
RAGUSA - 02/08/2016
Cronache - Azione interforze su direttive del questore

Controlli delle volanti a Ibla: scoperta droga

Soddisfatti commercianti, residenti e turisti per il livello di sicurezza percepito Foto Corrierediragusa.it

Controlli intensificati della sezione volanti della polizia a Ragusa Ibla, cuore del barocco ibleo, in questi giorni affollata da migliaia di turisti. Non solo volanti, ma anche pattuglie del reparto prevenzione crimine di Catania e nucleo cinofili coordinati dall’ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico, hanno passato al setaccio le principali piazze e giardini, con particolare attenzione anche alla sicurezza del patrimonio artistico. Soddisfatti gli esercenti commerciali e i tanti turisti stranieri che hanno colto l’occasione per fare una foto ricordo con gli agenti. Sul fronte dei risultati, nella sola giornata di lunedì, sono state controllate 128 persone, tra cui diversi pregiudicati, e 57 veicoli, elevando sanzioni al codice della strada per diverse centinaia di euro. L’infallibile fiuto del cane poliziotto «Jagus» ha scovato una piccola quantità di sostanza stupefacente tipo hashish nella disponibilità di una cittadina rumena 24enne a cui è stata notificata la sanzione amministrativa, ai sensi dell’art. 75 del DPR 309/90, e segnalata alla prefettura come assuntrice.

L’attività di prevenzione ha avuto importanti risultati anche sul fronte della lotta alle truffe soprattutto nei confronti degli anziani e dei commercianti. Gli agenti infatti, durante l’attività di controllo del territorio hanno individuato una Mercedes con tre soggetti a bordo che, alla vista della pattuglia ha cercato di allontanarsi. L’auto è stata immediatamente bloccata con a bordo tre soggetti di nazionalità rumena residenti in provincia di Roma. Dal controllo presso la banca dati in uso alle Forze dell’Ordine è emerso, a carico di due di essi, una carriera da truffatori posta in essere in numerose città sia del Nord che del Sud Italia. La loro specialità era la truffa del resto cioè pagare piccoli acquisti con biglietti dal grosso taglio e simulare da aver ricevuto meno resto del dovuto, per intascare poi la differenza. Pertanto all’esito degli accertamenti compiuti, a carico dei soggetti il questore di Ragusa ha emesso la misura di prevenzione del foglio di via con divieto di ritorno nel comune di Ragusa per 3 anni.