Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 864
RAGUSA - 30/07/2016
Cronache - Operazione della polizia in piazza San Giovanni e non solo

Orecchini in cambio della droga: refurtiva recuperata

Identificate complessivamente 30 persone Foto Corrierediragusa.it

La polizia ha effettuato un servizio di controllo straordinario del territorio al fine di prevenire e reprimere condotte illecite, focalizzando l’attenzione nelle vie del centro storico. I controlli disposti dal Questore di Ragusa Giuseppe Gammino hanno visto l´impiego di 12 uomini in borghese, 4 volanti, 3 unità della scientifica e 3 dell’ufficio immigrazione. Il controllo straordinario ha permesso di identificare in piazza San Giovanni, complessivamente, oltre 30 persone. Tra i soggetti sottoposti a controllo, è stato nuovamente denunciato uno spacciatore tratto in arresto pochi giorni fa, in quanto ha ceduto hashish ad un 50enne. Dalle perquisizioni è stato possibile rinvenire nelle tasche dei pantaloni di 3 ragazzi altre dosi di hashish per uso personale e per questi motivi i giovani sono stati segnalati alla prefettura. Tra i soggetti controllati insieme ai pregiudicati vi erano numerosi minori notati insieme a maggiorenni sottoposti anche a misure di prevenzione in quanto pericolosi. I genitori giunti negli uffici della questura di Ragusa hanno preso atto delle frequentazioni dei figli e dei rischi che corrono. Dai controlli in piazza San Giovanni, un giovane albanese è stato trovato in possesso di un paio di orecchini ed un anello in oro rosso. Il ragazzo non ha saputo giustificare il possesso e gli investigatori sospettano che gli oggetti di valore siano stati consegnati da una ragazza per l’acquisto di sostanze stupefacenti. Per la condotta criminosa posta in essere il ragazzo è stato denunciato e gli oggetti sottoposti a sequestro in attesa del riconoscimento da parte dei proprietari.

Nella foto uno degli orecchini ritrovati. Per informazioni sugli oggetti in oro rinvenuti si può contattare la questura al numero 0932673696