Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 17:16 - Lettori online 1017
RAGUSA - 26/07/2016
Cronache - E’ successo sabato scorso a Marina di Ragusa

Tunisino prende a testate i poliziotti

L’uomo è stato rinchiuso nel carcere di Ragusa Foto Corrierediragusa.it

Se ne andava in giro tra la gente, durante la movida del sabato sera, con un coltello di genere vietato in mano Ameur Samir, 31enne tunisino, irregolare sul territorio nazionale, arrestato dagli agenti della sezione volanti con l’accusa di resistenza e violenza a pubblico ufficiale e porto abusivo di coltello. Prima di essere ricondotto a più miti consigli, il tunisino si è reso protagonista di atti di autolesionismo e poi ha scagliato delle testate e delle ginocchiate ad un paio di agenti, dando di matto in questura dopo essere stato ammanettato. I fatti si sono verificati nella notte di sabato scorso a Marina di Ragusa quando al 113 è pervenuta la segnalazione di un cittadino extracomunitario che brandiva un grosso coltello. In pochi attimi la volante è arrivata sul posto individuando il soggetto indicato, che, alla vista degli agenti, ha cercato di nascondere il coltello dalla lama lunga oltre 40 centimetri, poi sottoposto a sequestro (foto). Disarmato e bloccato, il tunisino è stato messo portato all’interno dell’auto di servizio dove, evidentemente ubriaco, ha iniziato a porre in essere atti di autolesionismo, dando testate contro l’abitacolo. L’uomo è andato ancora di più in escandescenze anche all’interno degli uffici della sezione volanti, colpendo con una testata e una ginocchiata due agenti. Il tunisino, con fatica riportato alla calma, è stato dunque foto segnalato e tratto in arresto. Si trova ora rinchiuso nel carcere di Ragusa.