Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:35 - Lettori online 979
RAGUSA - 14/07/2016
Cronache - In 3 distinte operazioni di carabinieri e polizia

Lotta senza quartiere allo spaccio di droga

Intanto il sindaco si rivolge al prefetto Foto Corrierediragusa.it

Lotta senza quartiere allo spaccio di droga. I carabinieri hanno arrestato il 31enne Ciro Chillano. L´uomo spacciava marijuana in casa dove ospitava gli assuntori. La polizia ha invece ammanettato Salvatore Scatà, ragusano di 22 anni, ed Elvis Maloku, 18enne albanese. I due spacciavano nella zona di piazza San Giovanni, dove si erano registrati altri arresti negli scorsi giorni sempre per lo stesso reato. Sempre nella stessa zona le manette sono scattate per un nordafricano.

IL SINDACO SI RIVOLGE AL PREFETTO
La convocazione urgente del comitato provinciale per l´ordine e la sicurezza pubblica è stata chiesta dal sindaco di Ragusa Federico Piccitto al prefetto Maria Carmela Librizzi in ordine ai fatti di cronaca, e per la precisione di droga, con un paio di arresti in pochi giorni, che hanno interessato il centro storico di Ragusa, ed in particolare piazza San Giovanni, dove insiste l´omonima cattedrale. "I recenti fatti di cronaca e le situazioni di criticità che si sono verificate in piazza San Giovanni e nelle vie limitrofe - scrive il sindaco - impongono un immediato confronto tra tutte le istituzioni coinvolte nella tutela e salvaguardia dell’Ordine pubblico». Nella nota inviata al prefetto, il sindaco fa riferimento «Alla complessa situazione collegata alla circolazione di sostanze stupefacenti, già oggetto di un attento e costante controllo da parte delle forze dell’ordine, che, con una serie di operazioni mirate, ha consentito di limitare drasticamente effetti e conseguenze di gravi episodi, alcuni dei quali recentissimi, che acuiscono l´allarme sociale della comunità iblea».

Alla luce delle numerose sollecitazioni pervenute da più parti, fortemente preoccupate per il crescente fenomeno, il sindaco Piccitto ha chiesto dunque formalmente chiesto al prefetto di convocare con la massima urgenza la riunione del comitato provinciale per l´ordine e la sicurezza pubblica al fine di discutere della problematica ed ed attivare un percorso comune d’intervento utile ad eliminare progressivamente qualsiasi rischio per la collettività.