Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 838
RAGUSA - 11/06/2016
Cronache - Il prodotto, secondo i militari, era altamente nocivo

Sequestrati 4 mila litri di latte tossico

I campioni sequestrati sono ora a Palermo per le analisi approfondite Foto Corrierediragusa.it

Quattro mila litri di latte positivo alle aflatossine, sostanze nocive prodotte da funghi o muffe, sono stati sequestrati in un allevamento ibleo dai carabinieri del Nas, nucleo anti sofisticazioni. La segnalazione era giunta ai militari dal settore veterinario dell’Asp di Catania, dove era stata analizzata una partita di circa 2 mila litri di latte di quell’allevamento, trovato positivo all’aflatossina M1. Si tratta di tossine altamente tossiche e tra le sostanze ritenute più cancerogene, che possono formarsi nel latte quando le mucche mangiano fieno ammuffito. La muffa presente nel fieno produce difatti le aflatossine M, che, ingerite dai bovini, finiscono quindi nel latte da loro prodotto. I militari del Nas si sono presentati nell’allevamento e hanno sequestrato altri 3 mila 800 litri di latte che sono stati campionati. I campioni sono ora a Palermo per le analisi di laboratorio. «Il capoluogo ibleo – si legge nella nota dei carabinieri – ha la fortuna di vedere la presenza, accanto ai carabinieri dei comandi provinciale, di compagnia e delle stazioni, anche dello specializzato nucleo del Nas, composto anche da ispettori sanitari, che controlla periodicamente produzione, somministrazione, deposito o vendita di prodotti destinati all’alimentazione umana, eliminando dal mercato – chiude il comunicato – quelli potenzialmente nocivi per la salute umana, come nel caso in oggetto».