Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:46 - Lettori online 651
RAGUSA - 06/06/2016
Cronache - I controlli della sezione volanti

Sorpresi con hashish alla villa comunale

Nelle case dei 2 sono stati ritrovati attrezzi utili al peso ed al confezionamento della droga Foto Corrierediragusa.it

Un’operazione antidroga condotta nel fine settimana dagli uomini dell’Ufficio Volanti della Questura di Ragusa ha portato importanti risultati con la denuncia all’autorità giudiziaria di due giovani ragusani sorpresi con dosi di hashish e cocaina all’interno della villa comunale in via Zancle. L’attività di prevenzione e contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti soprattutto tra i più giovani, diretta dal dirigente dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, ha interessato le principali piazze e luoghi di aggregazione giovanile, dove è più probabile la presenza di pusher senza scrupoli. Proprio all’interno di una villa comunale gli agenti delle Volanti hanno notato la presenza di due giovani che con fare sospetto sostavano vicino ad una panchina e che alla vista dei poliziotti hanno cercato di defilarsi. Immediatamente bloccati i due hanno da subito mostrato evidenti segni di agitazione che ha portato gli agenti ad approfondire i controlli con una perquisizione sul posto.

Il primo C. M., di 22 anni, aveva nascosto nei pantaloni 4 stecche di sostanza stupefacente del tipo hashish confezionate separatamente, ognuna del peso di un grammo. Il secondo, L. D. di 20 anni, è stato sorpreso in possesso di altre due stecche di hashish e di una bustina termosaldata contenete una dose di cocaina. La successiva perquisizione nei rispettivi domicili ha permesso di recuperare e sottoporre a sequestro anche un bilancino elettronico di precisione e un grinder, strumenti utilizzati per confezionare, per il successivo smercio, singole dosi di sostanza stupefacente. Il ritrovamento dello strumentario necessario ad approntare un’attività di spaccio ha rafforzato gli elementi a carico dei fermati in merito alla loro presenza all’interno di un giardino pubblico in possesso di droga. Pertanto i 2 giovani ragusani sono stati denunciati all’autorità giudiziaria con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.