Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:06 - Lettori online 1445
RAGUSA - 04/06/2016
Cronache - Serata movimentata nel locale con un arresto e una denuncia

Pestato per aver difeso donna importunata

Le manette sono scattate per Davide Nicita, ora ai domiciliari Foto Corrierediragusa.it

Un 20enne ubriaco e armato di sfollagente si reca in un bar di viale Europa per importunare la sua ex ragazza che vi lavora come cameriera, portandosi appresso un suo amico 20enne che picchia con calci e pugni un avventore di 56 anni intervenuto in difesa della donna. Si è risolta in un arresto, una denuncia e un uomo in ospedale il violento episodio verificatosi venerdì sera a Ragusa e sedato dagli agenti della sezione volanti guidati dal commissario capo Filiberto Fracchiolla, dopo una telefonata al 113. Le manette sono scattate per Davide Nicita, 20 anni, già noto per vari reati. Prima di essere ricondotto a più miti consigli Nicita, che aveva già ridotto a mal partito il 56enne, fingendo un malore si era scagliato pure contro i poliziotti, causando una contusione ad uno di loro. Ora il violento giovane è ai domiciliari. Il 23enne recatosi al bar appositamente per dare fastidio alla sua ex se l’è invece cavata con una denuncia per porto abusivo di arma impropria di genere vietato, ovvero lo sfollagente lungo circa 60 centimetri e posto sotto sequestro dopo che il giovane aveva tentato invano di liberarsene gettandolo per terra. In ospedale con una prognosi di pochi giorni è invece finito il coraggioso ragusano di 56 anni intervenuto in difesa della cameriera.