Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:21 - Lettori online 1243
RAGUSA - 23/04/2016
Cronache - In manette Giovanni Nicastro, 26 anni, e Jessica Kaftirani, 22enne

Spacciavano pasticche con logo "Whatsapp"

La droga veniva tenuta anche in frigo "Perchè si conservava meglio" Foto Corrierediragusa.it

Due fidanzati andavano nei luoghi più "in" di Marina di Ragusa e non solo dove si riuniva la "creme" della movida notturna per spacciare cocaina, anfetamine e pasticche di ecstasy decisamente "cool" e accattivanti: le pillole difatti erano verdi e con la cornetta simbolo del noto servizio di messaggistica globale "Whatsapp". La coppia di pusher, Giovanni Nicastro, vittoriese di 26 anni, e Jessica Kaftirani, 22enne albanese (nella foto con le pillole di ecstasy "Whatsapp"), è stata arrestata dalla polizia che l´ha bloccata all´ingresso di una discoteca di Marina di Ragusa. I due, come accennato, erano in possesso di anfetamine, cocaina e pasticche di ecstasy con il logo di "Whatsapp". In casa della coppia, nel corso della perquisizione domiciliare, sono state trovate e sequestrate centinaia di pasticche di ecstasy, decine di dosi di anfetamine ed alcune dosi di cocaina e paracetamolo in polvere. La droga era nascosta anche nel frigo perchè, come spiegato dalla ragazza, "Col freddo l´anfetamina si conserva meglio". I due arrestati non hanno voluto rivelare i canali di reperimento della droga. Indagini sono in corso per risalire a chi ha fatto da tramite per l´acquisto dello stupefacente destinato allo spaccio al minuto. Nicastro è stato rinchiuso nel carcere di Ragusa, mentre la Kaftirani nel carcere di Piazza Lanza a Catania.