Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:40 - Lettori online 1213
RAGUSA - 21/04/2016
Cronache - I militari hanno sequestrato 99 monete in argento e bronzo

Noto ristoratore 48enne "tombarolo"

Il sequestro è frutto della costante azione di monitoraggio dell’e-commerce e aste online Foto Corrierediragusa.it

Noto ristoratore 48enne di Ragusa «arrotondava» vendendo reperti archeologici online: per lui è scattata la denuncia per ricettazione. Il «tombarolo» è stato scoperto dai carabinieri della sezione tutela patrimonio culturale di Siracusa, coadiuvati dai militari della compagnia di Ragusa, nel corso di una perquisizione domiciliare. I militari hanno sequestrato 99 monete in argento e bronzo e 16 reperti di varia tipologia tra cui fibule, anelli, orecchini, coppette in ceramica acroma, lucerne in ceramica. I carabinieri hanno trovato anche un metal detector e vari attrezzi utilizzati per ricerche e scavi clandestini. I reperti, di epoca greca e romana, erano stati illecitamente messi in vendita online dal ragusano 48enne, che è stato denunciato per ricettazione. Il contestuale ritrovamento di utensili idonei alla ricerca e allo scavo avvalora l’ipotesi che tali beni siano provento di attività di ricerca archeologica clandestina. Gli accertamenti proseguiranno per individuare il luogo di provenienza dei beni recuperati. L’indagato, nel corso della perquisizione domiciliare, è stato altresì trovato in possesso di una dose di di hashish del peso di un grammo e mezzo e un’altra dose da un grammo di marijuana, sottoposte a sequestro, ed è stato quindi segnalato al prefetto di Ragusa quale assuntore di sostanze stupefacenti.