Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:45 - Lettori online 803
RAGUSA - 30/03/2016
Cronache - A 6 imputati contestato anche il reato associativo

Truffe assicurazioni: processo per 23?

Alcuni devono rispondere pure di danneggiamento e falso Foto Corrierediragusa.it

La Procura di Ragusa ha chiesto il processo per truffa ai danni delle assicurazioni per 23 persone. Sei di loro sono accusate anche del reato associativo. A qualcuno degli imputati vengono contestati pure i reati di danneggiamento e falso. Le indagini sono state condotte dai carabinieri di Vittoria e si sono estese anche a Ragusa. I fatti risalgono al 2009. In sostanza gli imputati triffavano le compagnie assicurative falsificando la documentazione al fine di assicurarsi forti sconti sulla polizza o sul risarcimento per danni ai veicoli causati in maniera fraudolenta, ciascuno per le rispettive responsabilità. La richiesta di rinvio a giudizio è stata depositata dal pm Marco Rota e metà del mese di dicembre scorso. Davanti al gup del tribunale le assicurazioni si sono costituite parte civile in udienza preliminare.

ECCO PER CHI LA PROCURA HA CHIESTO IL PROCESSO
La procura ha chiesto il rinvio a giudizio per Salvatore Bizzarra, 43 anni; Castrenze Bizzarra, 40; Luigi Bizzarra, 66; Concetta Patrì, 63; Alessandro Avola 24; Michele Fronte, 36 anni, tutti nati a Vittoria anche se l’ultimo è residente ad Acate. A loro viene contestato pure il reato associativo. Richieste di rinvio a giudizio anche per il 54enne Cosimo Sampietro; Giovanni Brafa, 61 anni, di Comiso; Giovanni Campailla, Giovanni Avola e Salvatore Busacca, tutti di Vittoria e rispettivamente di 30, 53 e 55 anni. A processo pure la comisana 48enne Concetta Campo; la ragusana Eleonora Campo, di 61; la francese Marie Candiano, 42 anni, residente a Vittoria; Giuseppe Costa, 38 anni, di Comiso; Sergio Giandinoto, 39 anni, di Vittoria; l’ucraina 33enne residente a Vittoria Khateryna Holovan; il vittoriese 56enne Bartolomeo Melfi; Lucia Pace, comisana 74enne; Massimiliano Purrometo, 26enne di Vittoria; Ilenia Sallemi, 27 anni pure lei di Vittoria; Gioacchina Troìa, 68 anni, e la vittoriese 34enne Stefania Meli.

TUTTI SI DICHIARANO INNOCENTI
Tutti gli imputati si sono dichiarati innocenti e spetterà dunque al gup decidere se accogliere o meno le 23 richieste di rinvio a giudizio avanzate dalla procura. Il filone ibleo dell’inchiesta fa parte del troncone principale in mano alla procura di Milano.