Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 13:05 - Lettori online 776
RAGUSA - 17/03/2016
Cronache - Si tratta di un tunisino

Denunciato ladro di Bmw che utilizzava il telecomando

Il giovane è stato individuato grazie al suo particolare taglio di capelli Foto Corrierediragusa.it

Amara sorpresa per un giovane ragusano, che, dopo aver passato una serata in un locale della città, al momento di uscire si è accorto che qualcuno si era impossessato del suo giubbotto con all’interno le chiavi dell’auto parcheggiata all’esterno, una berlina Bmw. Immediata la corsa verso la macchina e l’amara scoperta che qualcuno l’aveva rubata. Subito dopo la denuncia sono partite le prime attività investigative della sezione volanti con l’acquisizione delle immagini del sistema di videosorveglianza installato lungo le strade in cui era stato perpetrato il furto e di quelle di probabile fuga. Dall’analisi dei filmati è stato individuato un soggetto che con l’utilizzo di un telecomando, dopo vari tentativi su altre autovetture, riusciva ad aprire la Bmw e subito dopo ad impossessarsene. Da qui i primi sospetti su un giovane tunisino, residente in territorio ibleo, che è stato riconosciuto da un agente in servizio all’ufficio volanti grazie al suo particolare taglio di capelli. L’intuito del poliziotto è stato confermato dal denunciante, che, visionando un album fotografico con le immagini di diversi pregiudicati, ha riconosciuto senza ombra di dubbio il giovane in quanto presente nello stesso locale poco prima del furto.

Il tunisino è stato pertanto denunciato per furto aggravato e la sua posizione sul territorio nazionale è al vaglio dell’ufficio immigrazione. Le indagini continuano al fine di individuare l’auto rubata che potrebbe essere stata utilizzata per altri reati e fare luce su altri furti di veicoli avvenuti negli Iblei.