Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 1223
RAGUSA - 12/03/2016
Cronache - I carabinieri hanno chiuso il cerchio

Ladro sacrilego tenta furto in chiesa

Era stato un parrocchiano a lanciare l’allarme Foto Corrierediragusa.it

Ladro sacrilego e maldestro preso dai carabinieri. Si tratta di un 38enne, R.M. le iniziali, ragusano denunciato per furto per un tentato furto ai danni della parrocchia del Preziosissimo sangue a Ragusa. Il malvivente aveva agito approfittando dell’assenza del sacerdote, don Roberto Asta, colpito da un grave lutto: la morte del padre. Ma i militari hanno subito messo il sale sulla coda al ladruncolo senza scrupoli, già noto per reati simili. Era stato un parrocchiano a telefonare al 112 dopo aver notato il vetro della porta d’ingresso della canonica frantumato con macchie di sangue (foto). Temendo ci potesse essere un ladro dentro, l’uomo preoccupato ha chiamato i carabinieri. La porta della chiesa e quella della canonica erano state danneggiate con un posacenere di ferro e un grosso masso, ancora presenti sul posto. I vetri, entrambi di tipo antisfondamento, trovati nei pressi, mentre il malintenzionato aveva desistito dal compiere il furto, dal momento che non era riuscito ad introdursi all’interno. Dalle impronte digitali e dal sangue i militari sono risaliti al 38enne ragusano, con precedenti per vari reati, che, una volta rintracciato, ha ammesso tutto. L’uomo è dunque stato denunciato alla procura per tentato furto aggravato.