Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:30 - Lettori online 426
RAGUSA - 03/03/2016
Cronache - Per l’uomo non c’è stato nulla da fare, i soccorsi sono stati inutili

Muore in un incidente il 61enne Corrado Diamante

Lo scontro nei pressi del ponte Costanzo che sovrasta la vallata del fiume Irminio Foto Corrierediragusa.it

E’ il 61enne residente a Rosolini Corrado Diamante, funzionario dell´agenzia delle entrate, la vittima dell’incidente mortale verificatosi giovedì mattina sulla statale 115 Ragusa – Modica dove a scontrarsi sono state due auto: un maggiolino «Volkswagen Beetle» e una «Fiat Stilo» (nel riquadro della foto della scena dell´incidente). Il drammatico schianto fatale si è verificato alle 7.45 nei pressi del ponte Costanzo che sovrasta la vallata del fiume Irminio. Sono intervenuti i vigili del fuoco per estrarre i feriti dalle auto e la polizia stradale per i rilievi del caso. Purtroppo per il 61enne, che era alla guida del maggiolino "Volkswagen Beetle", non c’è stato proprio nulla da fare e pare sia morto sul colpo a causa del violento impatto. Sembra che quando è arrivata l’ambulanza l’uomo fosse già privo di vita, rendendo vana la corsa in ospedale. Molto più fortunato il conducente della "Fiat Stilo", un 43enne pure lui di Rosolini, che è rimasto ferito in maniera non grave. Quest´ultimo è stato trasportato in ambulanza in ospedale e le sue condizioni cliniche non destano preoccupazione.

Da accertare le cause dell’incidente mortale, forse dovuto all’asfalto reso viscido dalla pioggia e da una sospetta manovra azzardata di uno dei due veicoli. La "Volkswagen" condotta dalla vittima era diretta a Ragusa mentre la "Fiat Stilo" viaggiava sulla corsia opposta in direzione Modica. La strada è stata chiusa per consentire i rilievi e il recupero delle carcasse dei mezzi dalla carreggiata e di conseguenza il traffico veicolare, che ha subito seri rallentamenti, è stato deviato sulla strada statale 115. Come da prassi, i due veicoli sono stati posti sotto sequestro.