Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 19:51 - Lettori online 1220
RAGUSA - 09/02/2016
Cronache - Si sono staccati alcuni calcinacci e stucchi dal luogo di culto

Il terremoto danneggia il duomo di San Giorgio a Ibla, persone impaurite

Nelle prossime ore potrebbero verificarsi altre scosse Foto Corrierediragusa.it

Gli unici danni del terremoto sembra averli subiti il duomo di San Giorgio a Ragusa Ibla. Dei calcinacci e stucchi sono venuti giù dal campanile e dalla cupola. I danni non sono preoccupanti e le parti staccatesi dal tempio non hanno ferito nessuno. L´area è sotto osservazione e si sta valutando l´entità dell´accaduto. I vigili del fuoco hanno poi accertato che qualche abitazione sarebbe stata leggermente lesionata, sempre a Ibla, ma nulla di grave. Intanto parecchi ragusani sono usciti in strada, oppure hanno raggiunto in auto la zona ritenuta più sicura, come per esempio lo spiazzale nei pressi dello stadio Aldo Campo di contrada Selvaggio o piazza Libertà (foto). C’è anche chi è andato a messa, ad esempio a Santa Maria delle scale dove è stata celebrata la «Messa in tempo di terremoto con veglia sull’incolumità delle nostre famiglie». E la scossa più forte è stata addirittura avvertita anche nel Messinese tirrenico e nel territorio di Caltanissetta. Lo sciame sismico potrebbe perdurare per settimane e gli esperti non escludono dunque il verificarsi di altre scosse.