Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:30 - Lettori online 1044
RAGUSA - 23/01/2016
Cronache - In azione le volanti

La polizia sventa 2 furti a Ragusa

Le indagini proseguono per risalire all’identità dei malviventi Foto Corrierediragusa.it

Le volanti della polizia coordinate dal commissario capo Filiberto Fracchiolla durante la serata di venerdì hanno sventato due furti e recuperato un furgone rubato a Caltanissetta alcuni giorni prima.
Il primo intervento si è registrato quando al 113 una donna ha riferito di aver sentito dei rumori sospetti provenire dal piano superiore dell´immobile in cui abita. Gli agenti hanno accertato che ignoti avevano avuto accesso all’abitazione attraverso una porta secondaria e che, avvertiti da qualche complice che faceva da palo dell’arrivo sul posto della polizia, erano appena fuggiti. I malviventi hanno fatto in tempo solo a rovistare qualche cassetto ma sono stati costretti a fuggire a mani vuote. Sempre nella tarda serata di venerdì è stata segnalata la presenza di tre individui che si aggiravano con fare sospetto nei pressi di un terreno nella parte alta della città. I poliziotti hanno individuato un furgone sospetto che presentava i pneumatici ancora sporchi di terra. L’intuito degli agenti è stato confermato dal successivo accertamento alla banca dati in uso alle forze dell’ordine da cui è emerso che il furgone modello Iveco Daily era stato rubato a Caltanissetta qualche giorno prima e probabilmente sarebbe servito a caricare eventuale refurtiva. Anche in questo caso i malviventi hanno dovuto desistere e fuggire senza riuscire negli intenti delittuosi. Nei due casi è intervenuta anche la polizia scientifica al fine di rintracciare quanti più elementi utili all’individuazione dei responsabili, rimanendo possibile l’ipotesi che si potesse trattare delle medesime persone.