Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:37 - Lettori online 421
RAGUSA - 14/01/2016
Cronache - Per ora niente indagati

Troppe morti in chirurgia al Civile: inchiesta

Il dato è emerso da una sorta di "operazione trasparenza" della stessa Asp 7 che ha avviato una indagine interna Foto Corrierediragusa.it

Troppe morti di pazienti ricoverati nel reparto di chirurgia dell’ospedale Civile di Ragusa (foto) e la procura avvia una inchiesta per omicidio colposo a carico di ignoti, quindi senza indagati, almeno per il momento, in riferimento però solo a sei casi su 14 in appena sei mesi, di cui due verificatisi tra giugno e luglio scorsi e comprensivi di altrettante denunce sporte dai familiari dei deceduti che intendono vederci chiaro. La circostanza viene resa nota dallo stesso manager dell’Asp 7 Maurizio Aricò, nell’ambito di una sorta di «operazione trasparenza» volta a sgomberare il campo da dubbi. Come dire che l’azienda sa tutto e sta collaborando con la magistratura per fare chiarezza sui sei casi sotto la lente d’ingrandimento degli inquirenti rispetto ai 14 complessivi. E’ stata la stessa Asp 7 ad inviare il report in procura, che ha aperto il fascicolo per omicidio colposo con la nomina di un consulente.

Per Aricò, che ha avviato altresì una indagine interna, si tratterebbe comunque di una normale lievitazione del dato scaturito dall’intensa attività del reparto, che, prima del suo insediamento, era meno operativo. Dati in linea con l’attività chirurgica, dunque, visto che la percentuale di insuccessi va sempre tenuta nella debita considerazione.