Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 17:16 - Lettori online 1092
RAGUSA - 12/01/2016
Cronache - Si tratta di un nisseno 40enne già noto per reati vari

Ladro maldestro in un doppio furto

L’uomo è stato identificato e denunciato dalla sezione volanti Foto Corrierediragusa.it

Un’indagine lampo condotta dall’ufficio volanti della questura di Ragusa ha portato all’individuazione dell’autore di un doppio furto avvenuto nel fine settimana a Ragusa. A finire nei guai M.A. 40enne originario di Caltanissetta, denunciato all’autorità giudiziaria per il reato di furto aggravato e continuato. L’uomo aveva approfittato del fatto che da un Fiat Fiorino si stesse scaricando della merce per salire sul mezzo, dandosi a precipitosa fuga per le vie di Ragusa. Il proprietario, vedendo fuggire l’uomo a bordo del furgoncino, si è posto immediatamente all’inseguimento a piedi mentre un suo amico iniziava la corsa a bordo di un’altra autovettura. Il malvivente è stato bloccato in via Archimede dove, sentendosi ormai braccato, ha abbandonato l’autovettura dandosi a precipitosa fuga a piedi. Sono giunte all’istante due volanti della polizia che hanno immediatamente iniziato l’attività investigativa per individuare il probabile autore del furto. Le descrizioni fisiche del malvivente e del riferito accento nisseno dello stesso hanno fatto immediatamente indirizzare i sospetti degli agenti su un noto pregiudicato domiciliato presso una comunità terapeutica assistita. Contattata la stessa struttura i sospetti hanno preso ulteriore conferma dato il fatto che l’uomo indiziato si era arbitrariamente allontanato. Sono partite sul territorio le ricerche del soggetto fino a quando, in serata, l’uomo è stato rintracciato nei pressi della stessa struttura dove aveva abbandonato un mountain bike, anch’essa oggetto di furto, utilizzata durante la fuga. Successivamente, negli uffici della questura, il proprietario del Fiorino, tra le diverse foto mostrate, ha riconosciuto senza dubbio l’autore del furto nel nisseno, dunque denunciato per furto aggravato e continuato. Si cerca ora il proprietario della mountain bike per la riconsegna.