Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 17:00 - Lettori online 1583
RAGUSA - 07/01/2016
Cronache - Il bimbo era figlio di una coppia di albanesi che ha sporto denuncia

Neonato di 11 mesi muore nella divisione di pediatria del "Maria Paternò Arezzo" dopo 2 ricoveri per arresto cardiaco. Autopsia

L’Asp 7 ha avviato un verifica interna Foto Corrierediragusa.it

Ancora un altro presunto caso di malasanità che ha visto spegnersi una vita appena iniziata. Un neonato di 11 mesi è difatti morto giovedì mattina nella divisione di pediatria dell´ospedale «Maria Paternò Arezzo» di Ragusa (foto). Figlio di genitori albanesi (il padre lavora nelle serre come bracciante agricolo), il bimbo ha accusato un malore mercoledì mattina. I genitori lo hanno quindi portato in ospedale ma dopo alcuni controlli di routine è stato dimesso. Nel pomeriggio il bimbo si è sentito di nuovo male e mamma e papà, disperati, lo hanno portato di nuovo in ospedale dove però all´alba è morto dopo un arresto cardiaco, per la precisione il quarto. Il neonato difatti sarebbe stato vittima di ben quattro arresti cardiaci in poche ore, l’ultimo dei quali è risultato fatale. La coppia albanese ha presentato una denuncia alle forze dell´ordine che hanno sequestrato la cartella clinica. La direzione generale dell´Asp ha aperto un´indagine interna ma dai primi riscontri pare che i medici abbiano fatto tutto il possibile per strappare alla morte il piccolo, come evidenziato almeno dalla nota dell´Asp 7, dove si specifica che il neonato è stato assistito in maniera puntuale e tempestiva al massimo delle possibilità dei medici che si sono prodigati per salvarlo.

Stando a quanto emerso dalla vicenda ancora tutta da chiarire all´alba i medici del «Maria Paternò Arezzo» avevano deciso il trasferimento del piccolo in un centro specializzato di Catania, ma la situazione clinica era subito precipitata. Il neonato è morto alle 5 del mattino. Secondo quanto raccontato dai genitori, il bimbo aveva i sintomi del vomito e della diarrea, ma senza febbre. E per questo era già stato ricoverato tra il primo e il 2 gennaio. Poi, dopo essere stato dimesso e rispedito a casa, la ricaduta, il secondo ricovero e il decesso repentino. La piccola salma sarà sottoposta ad autopsia come disposto dal magistrato di turno dopo la denuncia dei genitori.