Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 13:05 - Lettori online 482
RAGUSA - 19/12/2015
Cronache - A distanza di 4 anni dalla vicenda ecco la sentenza

Operaio del gas chiese soldi a ex carabiniere: condannato

Secondo l’accusa avrebbe chiesto trecento euro per installare il contatore Foto Corrierediragusa.it

Nell´ottobre del 2011 era stato arrestato per concussione. A distanza di oltre quattro anni il tribunale di Ragusa ha condannato il 69enne Elio Franco Arancio a due anni di reclusione riqualificando il delitto in quello meno grave previsto dall´articolo 319 quater del codice penale, ovvero induzione indebita a dare o promettere utilità. Secondo l´accusa avrebbe chiesto trecento euro per installare il contatore del gas a un cliente particolare: un carabiniere in pensione. Quest´ultimo ha chiamato subito gli ex colleghi dell´Arma i quali hanno organizzato il piano per cogliere in flagranza il 69enne, originario di Gela ma all´epoca in servizio nell´azienda che installava i contatori per il gas. La sentenza è stata emessa dal tribunale collegiale (presidente Vincenzo Ignaccolo, a latere Ivano Infarinato ed Eleonora Schininà) al termine della camera di consiglio. Accolta in pieno la richiesta del pm Andrea Sodani. L´imputato è stato difeso dall´avvocato Gianluca Gulino. Arancio tornò libero dopo poche ore dall´arresto con decreto motivato del pm titolare del fascicolo, visto lo status di incensurato. L´operaio ha beneficiato della sospensione condizionale della pena.