Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 2 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:28 - Lettori online 1331
RAGUSA - 22/11/2015
Cronache - Lo rende noto il difensore di fiducia Enrico Tignini

Presunta truffa ai malati: annullato sequestro

Il tribunale del riesame ha quindi ordinato l’immediata restituzione di quanto in sequestro Foto Corrierediragusa.it

Un avvocato 44enne di Palermo, D.M. le iniziali, ed un suo collaboratore 48enne, B.L., erano stati accusati dalla polizia di aver truffato per 250 mila euro 19 ragusani affetti da diverse patologie derivanti da trasfusioni del sangue. Al legale e al suo collaboratore erano stati sequestrati beni in conti correnti, conti depositi e titoli. I due erano stati indagati per truffa aggravata continuata in concorso. A seguito della pronuncia da parte del tribunale del riesame di Ragusa, che ha deciso lo scorso 20 novembre 2015 sulla sussistenza dei presupposti per il mantenimento della misura cautelare reale, il decreto di sequestro preventivo emesso dal gip del tribunale di Ragusa su richiesta della procura è stato annullato. Il tribunale del riesame ha quindi ordinato l´immediata restituzione di quanto in sequestro, circa 140 mila euro, all´indagato, ovvero l´avvocato D.M. Ne dà notizia il legale di fiducia Enrico Tignini, il quale ha peraltro dimostrato, attraverso la copiosa documentazione prodotta ai giudici, come non solo fosse sempre stata espletata l´attività professionale in favore di tutti gli assistiti, ma anche come molti dei risultati fossero stati già raggiunti.

Parecchi malati, tra cui alcuni membri dell’associazione «Pro Thalassemici», si sarebbero rivolte all´avvocato e al suo collaboratore in quanto esperti nel settore degli indennizzi e dei risarcimenti previsti dalla legge 210/1992 in favore dei soggetti danneggiati da complicanze di tipo irreversibile a causa di vaccinazioni obbligatorie o trasfusioni di sangue.