Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:40 - Lettori online 1369
RAGUSA - 31/10/2015
Cronache - L’uomo è stato incastrato dalle telecamere

VIDEO Sniffa coca al supermercato

La squadra mobile ha sorpreso l’uomo in ufficio durante uno dei suoi "festini". Ora sarà licenziato Foto Corrierediragusa.it

Un dipendente infedele e responsabile di un supermercato di Ragusa utilizzava buoni pasto e buoni sconto per acquistare cocaina che consumava nello stesso posto di lavoro, al riparo da occhi indiscreti ma non di quello elettronico delle telecamere del sistema di videosorveglianza, che di fatto lo hanno incastrato. Ora il dipendente è stato sospeso e sarà licenziato. In poche settimane l’uomo si era appropriato di 5 mila euro in buoni altrimenti destinati ai clienti fidelizzati del supermercato. La squadra mobile ha appurato che mentre tutti facevano la spesa, lui faceva «festa» in ufficio consumando piste di cocaina con un amico che lo andava a trovare. Il dipendente del supermercato, come accennato, è stato «tradito» dallo stesso impianto di videosorveglianza che avrebbe dovuto proteggerlo in caso di rapina. Per il ragusano M.B., 34 anni, è scattata la denuncia. La polizia ha accertato che il dipendente infedele, anziché distribuire i buoni sconto da 2 euro ai clienti, li metteva nel suo armadietto. La sera, al momento di chiudere le casse, sostituiva i buoni sconto sottratti con denaro contante che intascava per acquistare cocaina (vedere video).


La società proprietaria del supermercato non si accorgeva di nulla in quanto i buoni sostituivano il denaro. In sostanza era come se i clienti avessero restituito quanto ottenuto dalla promozione, mentre invece si verificavano quotidianamente ammanchi di mille euro circa. L’operazione della squadra mobile è nata da un solerte collega libero dal servizio che aveva notato un soggetto poco raccomandabile nei pressi dell’ufficio dove vi era la cassa centrale. Nel corso di un sopralluogo al supermercato sono state acquisite le immagini del sistema di videosorveglianza per capire se la presenza fosse legata ad una pianificazione di rapine ma, con somma sorpresa, i poliziotti avevano accertato che quell’uomo era un amico del responsabile del supermercato e che insieme a lui consumava cocaina ogni giorni all’interno degli uffici mentre i clienti facevano la spesa. Il responsabile, forse perché assuntore di cocaina, non si era neanche reso conto che l’impianto di videosorveglianza posto a tutela della sua incolumità in caso di rapina, avesse ripreso quotidianamente i suoi “festini” a base di droga ed i relativi ammanchi di buoni e denaro. Venerdì scorso i poliziotti hanno aspettato l’arrivo dell’amico del responsabile e non appena si sono chiusi in ufficio li hanno sorpresi in possesso di cocaina per uso personale. Dalla perquisizione dell’armadietto è stato poi riscontrata la presenza di buoni sconto e buoni pasto per un totale di quasi 5 mila euro. Il giovane dipendente e responsabile del supermercato, come accennato, è stato denunciato per appropriazione indebita e segnalato alla prefettura per il possesso di droga per uso personale, così come il suo amico. La società proprietaria del supermercato ha già avviato le procedure per il licenziamento sospendendo il dipendente in modo immediato.