Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 773
RAGUSA - 24/10/2015
Cronache - Chiedevano un permesso di soggiorno più lungo

Immigrati maleducati urlano in questura

Alla fine si sono scusati per il loro comportamento sopra le righe Foto Corrierediragusa.it

Due immigrati maleducati si sono presentati in Prefettura a Ragusa e hanno iniziato a protestare con urla e non solo per chiedere l’immediata consegna di un permesso di soggiorno con una validità più lunga. I due soggetti, cittadini del Ghana, richiedenti asilo politico e per i quali in prima istanza la Commissione Territoriale ha negato il riconoscimento dello status di rifugiato politico, nonostante gli fosse stato spiegato che al momento dovevano attendere l’esito del ricorso già presentato, sono comunque andati in escandescenze, urlando e di fatto interrompendo le normali attività dell’Ufficio pubblico. Immediato l’intervento di una volante che ha cercato di spiegare ai due extracomunitari di 21 e 27 anni, l’iter amministrativo previsto dalle norme in vigore, ma, anche in presenza degli agenti, i due giovani hanno continuato a protestare buttandosi ripetutamente a terra e cercando di aizzare alla protesta anche altri extracomunitari lì presenti per il disbrigo delle loro pratiche.

Bloccati dagli agenti i due hanno più volte spintonato i poliziotti cercando di ritornare all’interno degli uffici. Poi gli agenti sono riusciti ad allontanare i due ghanesi che sono stati accompagnati in Questura e, all’esito degli accertamenti esperiti sulla loro esatta posizione sul territorio nazionale, sono stati denunciati per resistenza a pubblico ufficiale ed interruzione di pubblico ufficio. Infine i due immigrati si sono scusati per il loro comportamento finalizzato, a loro dire, ad avere la possibilità di restare in Italia e poter lavorare.


evviva l´ospitalità
24/10/2015 | 19.57.10
Palù

ma si facciamoli entrare in Italia, campioni del mondo di ospitalità gli italiani...

Al loro paese non si sarebbero mai permessi si fare casino contro dei poliziotti perchè avrebbero passato il resto della loro vita dietro le sbarre!!!!

Tra un po ci sbatteranno fuori dalle nostre case per abitarci loro, è solo questione di tempo.