Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 2 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:30 - Lettori online 585
RAGUSA - 14/10/2015
Cronache - Il rinvio a giudizio era stato deciso nel febbraio 2013

Assolto ex presidente del Corfilac

La sentenza è stata emessa dal collegio penale dopo 2 ore di camera di consiglio Foto Corrierediragusa.it

Assoluzione con formula piena perchè il fatto non sussiste dall’accusa di peculato per il già presidente del Corfilac (Consorzio per la ricerca sulla filiera lattiero casearia) di Ragusa Pippo Licitra (foto), che era stato rinviato a giudizio dal gup nel febbraio 2013 anche per l’accusa di truffa, la cui assoluzione è invece giunta per la prescrizione del reato, che risale al 2006. In quella data Licitra chiese il rimborso del soggiorno in un albergo che aveva pagato con la carta di credito personale e non con quella del consorzio. L’accusa di abuso d’ufficio venne meno invece prima del rinvio a giudizio. La sentenza assolutoria è arrivata al termine di oltre due ore di camera di consiglio del collegio penale presieduto dal giudice Vincenzo Ignaccolo. Il pm Alessia La Placa aveva chiesto la condanna a tre anni di carcere per il peculato e l’assoluzione per intervenuta prescrizione per la truffa. A Licitra la guardia di finanza contestava un uso disinvolto della carta di credito consortile. Secondo i giudici quelle spese rientravano tra quelle istituzionali previste dalla carica allora ricoperta da Licitra in seno al Corfilac, facendo venire meno il reato di peculato. Nei giorni scorsi Licitra è stato di nuovo denunciato dalle fiamme gialle per abuso d’ufficio, peculato e appropriazione indebita di materiale informatico di proprietà del consorzio.