Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 17:00 - Lettori online 1574
RAGUSA - 10/10/2015
Cronache - In tempi di crisi non si salvano neanche i pini!

Ladri di pinoli in trasferta arrestati

I due ladri avevano rubato già oltre 200 chili di pigne Foto Corrierediragusa.it

In tempi di crisi non vengono risparmiati dai ladri neppure i pinoli, frutto dei pini, che letteralmente vanno a ruba! Il prezzo sul mercato già di per sé alto è salito alle stelle per via di una malattia che ha colpito proprio le piante di pino arrivando a toccare anche 100 euro al chilogrammo. E’ questa la motivazione che ha portato due fratelli di 51 e 54 anni da Piazza Armerina a Ragusa con il fine di rubare quante più pigne possibili da cui ricavare il prezioso frutto. Le manette sono scattate per Sebastiano e Antonino Calà Palmarino. Scoperti dagli uomini dell’Ufficio Volanti della Questura di Ragusa mentre staccavano con forza centinaia di pigne dal verde pubblico, sono stati arrestati in flagranza di reato per furto aggravato in concorso e possesso ingiustificato di armi improprie dagli uomini diretti dal Commissario Capo Filiberto Fracchiolla. La successiva perquisizione all’autovettura in uso ai ladri ha permesso di rinvenire altri 5 sacchi stracolmi di pigne, per un peso totale di oltre 200 chili, da cui si sarebbero potuti ricavare pinoli che sul mercato avrebbero fruttato diverse centinaia di euro. Inoltre sempre all’interno dell’autovettura, è stato rinvenuto un affilato coltello dalla lama di 12 centimetri ed un grosso bastone in legno. Inevitabili le manette per i due fratelli con le accuse di furto aggravato in concorso e possesso ingiustificato di armi improprie. Il carico di pigne sottoposto a sequestro è stato affidato alla Polizia municipale di Ragusa.