Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 602
RAGUSA - 08/10/2015
Cronache - Denunciato un ladro seriale

Il "portoghese" del distributore automatico

Un 40enne gelese è stato incastrato da una telecamera di sicurezza Foto Corrierediragusa.it

Aveva il "vizietto" di recarsi quasi ogni sera in un distributore automatico di una tabaccheria e rifornirsi di quanto aveva bisogno senza corrispondere la somma dovuta. L’uomo, un 40enne gelese, è stato smascherato dagli agenti dell’Ufficio Volanti della Questura di Ragusa che hanno messo fine alla serie di furti avvenuti. In particolare il titolare di una tabaccheria di Ragusa si è rivolto all’Ufficio denunce della Questura denunciando l’ennesimo furto che aveva subito dal distributore automatico all’interno del suo esercizio e che rimaneva aperto per l’intera giornata. I furti avvenivano tutti nelle ore notturne ed erano stati immortalati dalle videocamere interne. Un soggetto arrivava in bicicletta e, dopo essersi assicurato che non ci fossero possibili testimoni in zona, ma senza accorgersi dell´occhio elettronico che lo immortalava, iniziava a mettere in atto una particolare tecnica fatta di calibrati scuotimenti della macchinetta che, puntualmente, permettevano la fuoriuscita del prodotto senza l’immissione della dovuta somma in denaro. L’oggetto preferito erano cartine per il confezionamento artigianale di sigarette salvo altra merce che comunque riusciva a prelevare con la particolare tecnica escogitata.

La successiva analisi attenta delle immagini videoregistrate condotta dagli uomini dell’Ufficio Volanti conducevano ad un soggetto quarantenne di origini gelesi che veniva riconosciuto dagli agenti in quanto dagli stessi più volte identificato. L’uomo veniva formalmente riconosciuto anche dal titolare della tabaccheria che lo indicava come un suo cliente saltuario.
All’esito degli accertamenti il quarantenne veniva denunciato all’autorità giudiziaria per furto aggravato e continuato.