Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:44 - Lettori online 1388
RAGUSA - 26/09/2015
Cronache - Le indagini dei carabinieri hanno scoperto gli altarini

Famiglia perde lavoro e si "rifà" rubando un quadro

Padre e madre 50enni e il figlio di 25 anni ha riconsegnato la refurtiva dopo essere stati scoperti Foto Corrierediragusa.it

Si erano a loro modo «indennizzati» dopo aver perso il lavoro portandosi via arredi d’epoca e quadri di pregio dall’albergo che avevano avuto in gestione. Per i componenti di un nucleo familiare, padre, madre e figlio, è ora scattata la denuncia per il furto di quattro poltrone e un quadro realizzato dal maestro Salvatore Fiume. Era stato lo stesso proprietario dell’albergo, un noto avvocato 60enne di Ragusa, a rivolgersi ai carabinieri, che hanno ricostruito i fatti, recuperando la refurtiva già restituita al legittimo possessore. Gli indizi e le testimonianze raccolti dai militari convergevano tutti sulla famiglia ragusana che per lungo tempo aveva gestito l’albergo e composta da padre e madre 50enni e dal figlio 25enne. Muniti di mandato di perquisizione, i militari si sono recati al domicilio del nucleo familiare, che, vistosi alle strette, ha ammesso di essersi illecitamente impadronito delle poltrone e del quadro, essendo in possesso delle chiavi dell’albergo. I tre congiunti avevano difatti continuato ad entrare ed uscire a piacimento dallo stabile.

Il pezzo di maggior valore recuperato dai militari è il quadro, ovvero una serigrafia di Salvatore Fiume (foto), noto pittore comisano morto nel 1997 e divenuto celebre a livello internazionale. Il valore complessivo della refurtiva ammontava a circa 10 mila euro.