Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:06 - Lettori online 1198
RAGUSA - 04/09/2015
Cronache - Nonostante le raccomandazioni della polizia provinciale

Caccia appena aperta e già 6 denunce: così proprio non va

Cacciatori poco avvezzi a rispettare le regole Foto Corrierediragusa.it

Il comandante della Polizia Provinciale, Raffale Falconieri, nell’ottica di prevenire incidenti e atti non conformi alla legge per lo scorso 2 settembre, primo giorno di preapertura della caccia in Sicilia, aveva predisposto un attento e scrupoloso servizio d’ordine impiegando diverse pattuglie su tutto il territorio provinciale con particolare attenzione alle zone vocate alla caccia. Al termine dei primi due giorni di caccia e a fronte di una massiccia affluenza di cacciatori, provenienti molti anche da altre province siciliane, bisogna rilevare positivamente che non si sono registrati incidenti alle persone e che tutto si è svolto regolarmente a parte la violazione di qualche norma da parte di alcuni cacciatori. A fronte di un controllo su un centinaio di cacciatori, gli agenti della Polizia Provinciale hanno denunciato 6 cacciatori tra i quali un 61enne di Vittoria per porto abusivo d’armi e tentato furto venatorio, un 28enne di Catania per furto venatorio e 4 cacciatori per l’utilizzo del furetto senza museruola, in particolare due catanesi e due messinesi.

Sono stati invece comminati 6 verbali amministrativi: quattro per aver cacciato in un ambito territoriale non consentito, uno per il superamento del limite massimo di conigli abbattuti e uno per mancata annotazione dei dati sul tesserino.