Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 899
RAGUSA - 03/08/2015
Cronache - Dopo i recenti disordini non si è fatta attendere la risposta dei militari dell’arma

Arresto per droga a Ragusa e controlli a Sampieri

Situazione sotto controllo dopo le proteste dei villeggianti e l’esposto presentato alla Procura della Repubblica sull’invivibilità delle notti Foto Corrierediragusa.it

I controlli dei carabinieri sono stati estesi a tutto il litorale in questo fine settimana, facendo registrare anche un arresto per droga a Ragusa. Le manette sono difatti scattate per il 25enne Cristian Basile. Un 50enne ragusano era invece alla guida della propria auto mentre questa doveva essere chiusa in garage poiché già sottoposta a sequestro alcuni mesi or sono. È stato denunciato all’autorità giudiziaria poiché egli stesso era il custode del veicolo sotto sequestro. Un giovane appena 18enne ragusano è stato denunciato per guida senza patente poiché era alla guida di un ciclomotore, che è stato sequestrato fini confisca. Quattro sono stati i giovani segnalati al prefetto per consumo di stupefacenti, tutti ragusani tra i 20 e i 25 anni. Uno di essi, appartato in auto nella prima periferia di Marina di Ragusa a fumarsi una canna, era alla guida dell’auto e quindi gli è stata anche ritirata la patente. Un altro sarebbe forse passato inosservato davanti ai militari se non fosse stato che guidava un ciclomotore con la luce anteriore non funzionante, è stato quindi fermato. Oltre che il verbale per la violazione del codice della strada, è stato perquisito e aveva addosso uno spinello. Oltre al ritiro della patente e il fermo di 30 giorni il ciclomotore è stato sequestrato poiché era senza assicurazione.

Nell’ambito dei controlli si è posta anche attenzione ai soggetti sottoposti a misure limitative della libertà personale, in specie quelli con precedenti per reati contro il patrimonio che potrebbero approfittare delle tante prime case lasciate libere per le vacanze e di quelli con precedenti per stupefacenti che potrebbero ritornare in affari grazie ai tanti giovani in vacanza.

E proprio uno di questi, il 25enne ragusano Cristian Basile, molto noto tra le forze dell’ordine, all’atto del controllo stava fumando una canna in casa. I militari che hanno bussato alla porta hanno chiaramente distinto l’acre odore di fumo di hashish. Da un rapido controllo hanno trovato uno spinello appena acceso. Hanno quindi minuziosamente perquisito la casa e in un armadio, tra i vestiti, hanno trovato quasi 20 grammi di hashish, già tagliati a pezzi con un coltello, anch’esso sequestrato, oltre che un tritatore utilizzato per sminuzzare lo stupefacente.

Il giovane è stato arrestato per il reato di detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio nonché segnalato al magistrato che lo aveva collocato ai domiciliari per le ripetute violazioni delle prescrizioni imposte, essendo abbastanza ovvio che l’arrestato in casa non può né ricevere, né consumare né vendere droga.

I CONTROLLI SERRATI A SAMPIERI
"Stretta" dei carabinieri a Sampieri. Controlli a tappeto nella frazione sciclitana dopo le proteste dei villeggianti e l´esposto presentato alla Procura della Repubblica sull´invivibilità delle notti nella frazione per danneggiamenti, episodi di microcriminalità, schiamazzi notturni. Un giro di vite molto apprezzato dai villeggianti e dai residenti che hanno potuto verificare come la presenza di ben otto pattuglie e sedici militari ha riportato ordine nella vita della frazione. E´ stato un fine settimana diverso e l´augurio di tutti è che non sia solo un episodio isolato perchè la frazione è a rischio per tutta una serie di concomitanze come l´attrattività della spiaggia, dei suoi luoghi di ritrovo per cui Sampieri è sempre più metà di comitive e giovani che molte volte esagerano soprattutto quando sciamano fuori dai locali che, a loro volta, spesso e volentieri trasgrediscono i limiti delle ordinanze sulla diffusione sonora e sull´intrattenimento favorendo comportamenti poco ortodossi e alcune volte oltre la legalità. I controlli dei carabinieri sono stati a tappeto nel corso delle notti di venerdì e sabato con particolare attenzione ai locali notturni per quella che è stata denominata "Movida sicura".

Denunciato in stato di libertà C.V., 19enne modicano, sorpreso alla guida di un’autovettura in stato di alterazione psicofisica dovuta all’assunzione di stupefacenti. E´ stato trovato anche in possesso di un grammo di hashish e la patente è stata ritirata.. Guai alla guida anche per altri cinque, denunciati anch’essi a piede libero. G.A., 29enne pozzallese, che guidava l’auto in stato di alterazione psicofisica, riscontrato positivo al controllo con etilometro (la patente di guida gli è stata ritirata). G.A., 33enne modicana, che guidava un’auto senza mai aver conseguito la patente di guida.

S.C., 58enne modicano, si è rifiutato di sottoporsi a controllo etilometrico e portava indosso un coltello. Per lui quindi oltre al sequestro fini confisca del ciclomotore e la denuncia per guida in stato d’ebbrezza, anche una denuncia per porto di oggetti atti ad offendere. R.N., 25enne sciclitano, circolava alla guida di un’auto già sottoposta a sequestro fini confisca. E.G., 53enne sciclitano, girava alla guida di una lussuosa berlina tedesca che però aveva il tagliando assicurativo falso e la assicurazione scaduta da un anno.

Complessivamente, nel corso del servizio sono state controllate 92 persone, ritirate 3 patenti, contestate 18 violazioni del codice della strada, decurtati 48 punti dalle patenti di guida, sequestrato un veicolo privo di copertura assicurativa.

LA SITUAZIONE DIFFICILE (MA SOTTO CONTROLLO) DI SAMPIERI
Microcriminalità e caos notturno a Sampieri: gli allarmati residenti si sono rivolti a dei vigilantes per sentirsi più protetti, presentando altresì un esposto alla procura di Ragusa che denuncia la insostenibile situazione in cui versa il quadrilatero delle vie Pasubio, Arno, Gradisca e Duino. La questione sarà anche oggetto di discussione nella seduta del comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica visto che a Sampieri la situazione rischia di degenerare per i tanti episodi di angherie, piccola criminalità e danneggiamenti che si verificano soprattutto nei fine settimana. I residenti nel frattempo, ormai disillusi dopo i tanti appelli ai responsabili dell´ordine pubblico, hanno deciso di ricorrere ad una società di vigilanza privata per tenere sotto controllo la situazione. I vigilantes sono già operativi nelle zone prese di mira da giovani che alle prime ore del mattino vagano senza meta ubriachi e senza controllo, disturbano la quiete pubblica e rendono la vita impossibile ai residenti, i quali invocano maggiori controlli soprattutto sulle chiusure dei locali che restano aperti ben oltre gli orari autorizzati dall’ordinanza sindacale, diffondo musica ad alto volume fino a notte fonda.

Nell’esposto in procura vengono pertanto chieste misure di controllo anche sul rispetto delle ordinanze ed in particolare sulla somministrazione di alcolici al di fuori dei locali. La storia è vecchia e proprio per questo i residenti sono amareggiati perché nessuna misura è stata presa negli anni passati e quest’anno le cose sono addirittura peggiorate.