Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:16 - Lettori online 847
RAGUSA - 28/07/2015
Cronache - Strana e macabra scoperta sulle coste iblee

Una mucca galleggiava morta in mare

E’ intervenuto un medico veterinario. Pare che il bovino sia stato scaraventato in acqua da una nave
Foto CorrierediRagusa.it

Si è reso necessario l´intervento di una gru per recuperare la carcassa di una mucca che incredibilmente galleggiava nel tratto di mare antistante Punta di Mola (foto). Ad accorgersi della macabra ed insolita circostanza sono stati gli addetti al servizio di salvataggio della Protezione civile che, a bordo del gommone, pattugliano la costa. Un giro di routine e la stranissima scoperta: la povera mucca morta da un pezzo e che galleggiava in acqua. E’ stato allora attivato il servizio per il recupero e il successivo smaltimento della carcassa. La Protezione civile ha trainato l’animale fino alla battigia, nella spiaggia di Punta di Mola, in zona Santa Barbara. Sotto gli occhi increduli dei passanti la carcassa dell’animale è stata agganciata dalla gru che l’ha sollevata e poi posizionata nel camion. E´ stata quindi trasportata in un centro autorizzato per essere incenerita.

E´ anche intervenuto un medico veterinario perchè si dovrà cercare di capire da dove provenga il bovino e come sia finito nelle acque antistanti la costa ragusana. Appare comunque improbabile che si riesca a risalire al proprietario dal momento che pare che la carcassa fosse sprovvista del marchio auricolare di riconoscimento e tracciabilità. Appare comunque abbastanza certo che l’animale non faceva parte di un allevamento italiano, ma straniero. Con buona probabilità la carcassa potrebbe quindi essere stata scaraventata in acqua da una nave. Sono frequenti, infatti, i trasporti di bestiame via mare soprattutto tra la Francia e i paesi del nord Africa, la Tunisia in particolare.