Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 515
RAGUSA - 20/07/2015
Cronache - Le attività di controllo del territorio da parte dei carabinieri

Droga: 2 arresti a Ragusa e Scicli

Sono stati trovati in possesso rispettivamente di erba e coca Foto Corrierediragusa.it

I carabinieri di Ragusa hanno arrestato un giovane ragusano per produzione ai fini di spaccio di marijuana. Si tratta di Christian Latino, 28 anni, sino ad oggi incensurato sebbene già da qualche tempo avesse attirato su di sé l’attenzione degli investigatori. L’uomo è stato fermato nella tarda mattinata di domenica dai carabinieri impegnati in un servizio di controllo del territorio. Latino, che si trovava in auto con un amico, era apparso visibilmente nervoso. I militari hanno quindi deciso di procedere con la perquisizione personale e veicolare da cui sono saltate fuori 2 dosi di marijuana che erano nascoste in un vano portaoggetti. Nella successiva perquisizione domiciliare in casa di Latino sono state scoperte 8 piante di cannabis indica, l’arbusto da cui si ottiene, per essiccazione, la marijuana pronta al consumo. Alcune delle piante, le cui altezze erano ricomprese tra gli 80 e i 150 centimetri, erano piuttosto sviluppate in quanto illuminate da una lampada alogena per accelerare il processo di maturazione. Inoltre in uno stenditoio erano stati posti ad essiccare 8 ramoscelli di cannabis indica. Al giovane sono stati concessi i domiciliari.

I carabinieri della tenenza di Scicli hanno invece arrestato il tunisino Mbarek Majed, 35 anni, già noto per vari reati. Dopo averlo tenuto sotto controllo per giorni, la scorsa settimana i militari hanno deciso di intervenire all’interno dell’abitazione dello straniero e, a seguito di perquisizione domiciliare, lo hanno trovato in possesso di circa 50 grammi di cocaina suddivisa in 40 dosi, nonché vario materiale per il confezionamento ed un bilancino di precisione per la pesatura della sostanza stupefacente. La droga, già pronta per essere immessa sul mercato nero, era nascosta sotto le tegole del tetto dell’abitazione del pusher ed è stata sottoposta a sequestro. Da una prima stima, la distribuzione sul mercato delle varie dosi di cocaina avrebbe potuto fruttare una cifra tra i 4 e i 5 mila euro. L´uomo è stato rinchiuso nel carcere di Ragusa.