Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 9:49 - Lettori online 751
RAGUSA - 29/06/2015
Cronache - Sei i provvedimenti cautelari emessi dal gip

Rinvio a giudizio chiesto dalla procura per blitz antidroga

L’accusa sarà sostenuta dal titolare del fascicolo, il sostituto procuratore Gaetano Scollo Foto Corrierediragusa.it

La procura di Ragusa ha chiesto il rinvio a giudizio per le persone coinvolte nel blitz dei carabinieri della compagnia di Modica a Pozzallo nel settore dello spaccio di droga nel gennaio dell’anno scorso. Sei i provvedimenti cautelari emessi dal gip del tribunale di Ragusa Giovanni Giampiccolo, su richiesta della procura, a carico di altrettanti soggetti ritenuti responsabili dei reati di spaccio continuato di sostanze stupefacenti. Si tratta dei pozzallesi Giuseppe Zocco, 37 anni, e Donato Angileri, 32, all’epoca finiti in cella. Raggiunti, invece, dall’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria la convivente di Zocco, una donna dell’est europeo, Elena Stinga e altri due uomini: Francesco Agosta, 24 e Andrea Scala, di 28. La sesta ordinanza non fu eseguita.

L’udienza davanti al gup Claudio Maggioni è stata fissata per il 4 novembre prossimo. L’accusa sarà sostenuta dal titolare del fascicolo, il sostituto procuratore Gaetano Scollo.