Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:39 - Lettori online 654
RAGUSA - 24/06/2015
Cronache - Attività dei militari ad Acate e Ragusa

Carabinieri trovano merce rubata e sventano furto rame

In entrambi i casi la merce è stata restituita ai rispettivi proprietari Foto Corrierediragusa.it

I carabinieri della stazione di Acate e quelli dell’aliquota radiomobile sono stati impiegati in diverse perquisizioni personali e domiciliari finalizzate al contrasto dei furti ai danni di scuole, esercizi commerciali e abitazioni private. In particolare, dopo una attenta attività di monitoraggio protrattasi per diverse settimane, basata anche sull’acquisizione di filmati di videosorveglianza di istituti pubblici e privati, i militari sono entrati in azione in diverse abitazioni di persone insospettabili, riuscendo a recuperare 3 computer portatili di ultima generazione e relative custodie, del valore commerciale di oltre 6 mila euro (foto), rubati lo scorso aprile ai danni di una scuola di via Agrigento. Sono stati così denunciati in stato di libertà all’autorità giudiziaria per ricettazione in concorso 3 italiani incensurati, originari di Vittoria e Acate: si tratta di R. C., 27enne, M.M.G., 29enne, e B.G., 28enne. Tutta l’apparecchiatura è già stata restituita al dirigente scolastico, limitando così quello che poteva essere non solo un grave danno economico, ma soprattutto un danno legato all’impossibilità per gli studenti di svolgere al meglio le attività scolastiche avvalendosi dei moderni ausili tecnologici.

I CARABINIERI SVENTANO FURTO DI CAVI DI RAME
Ennesimo furto di cavi di rame sventato nottetempo dai carabinieri del nucleo radiomobile del comando provinciale di Ragusa. Stavolta i ladri avevano preso di mira le palificazioni Telecom ubicate nella periferia rurale di Ragusa, verso contrada Castiglione, ma non hanno fatto in tempo a portare a termine il proprio piano criminoso. Infatti è stato dato l’allarme alla centrale operativa del comando provinciale dei carabinieri di Ragusa, che ha immediatamente inviato una pattuglia. I militari hanno messo in fuga i malviventi, che avevano fatto in tempo soltanto a recidere alcuni metri di cavo, senza riuscire a portarlo via. Una parte dei cavi era stata adagiata sulla rampa d’ingresso della statale 115, costituendo così un potenziale pericolo per la circolazione stradale.

Immediatamente i Carabinieri, dopo aver messo in sicurezza la strada, si sono dedicati alla ricerca dei malfattori, ispezionando minuziosamente l’area, ma i malviventi hanno approfittato dell’assoluta oscurità e dell’impervietà della zona rurale ove si trovavano per far perdere le proprie tracce. Gli investigatori del Comando Provinciale di Ragusa sono al lavoro per identificare i ladri. La refurtiva è stata interamente recuperata e restituita alla società proprietaria.