Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 18:26 - Lettori online 960
RAGUSA - 17/07/2008
Cronache - Ragusa - Su decisione dei giudici etnei del Tdl

Il libertà uno dei rapinatori della gioielleria "Postal Oro"

Si tratta di Andrea Liistro, l’operaio di 28 anni di Solarino Foto Corrierediragusa.it

E´ stato scarcerato uno dei rapinatori della gioielleria "Postal Oro" di Ragusa. I giudici del tribunale della libertà di Catania hanno difatti annullato l´ordine di custodia cautelare in carcere eseguito il 23 giugno scorso dalla squadra mobile nei confronti di Andrea Liistro (nella foto), l´operaio di 28 anni di Solarino finito in manette in quanto ritenuto uno dei due presunti autori della rapina del 4 giugno all´interno della gioielleria di corso Italia.

Stando alla documentazione prodotta dal difensore, Andrea Liistro si trovava in altro posto al momento della rapina. I giudici del tribunale della libertà hanno disposto l´immediata liberazione dell´indagato che, secondo quanto ancora sostenuto dal difensore, sarebbe rimasto vittima di un clamoroso errore di persona.

Andrea Liistro si è sempre professato innocente, sostenendo di non essersi mai recato a Ragusa e di non sapere assolutamente nulla della rapina consumata alle ore 17 del 4 giugno scorso. Il colpo, secondo la ricostruzione accusatoria, fruttò ai banditi, due a viso scoperto, un bottino di quasi centomila euro in gioielli e orologi.

Il 30 giugno scorso Liistro era stato riconosciuto da uno dei testimoni citati dal pm nel corso della ricognizione di persona effettuata davanti al gip Vincenzo Ignaccolo su richiesta del pm Monica Monego. Anche per questa ragione la Procura, non appena avrà in mano i motivi della decisione del Tdl, potrebbe ricorrere per Cassazione contro la scarcerazione.

Intanto nessuna novità sulla rapina con pestaggio a sangue della scorsa settimana in danno di Franco Emmolo, il titolare dell´omonima gioielleria ubicata sempre in corso Italia.