Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:21 - Lettori online 954
RAGUSA - 21/04/2015
Cronache - Condanna per Amedeo Scatà

Tre anni e 6 mesi di carcere per aver dato un pugno

La vittima fu l’attacchino modicano Angelo Pulino Foto Corrierediragusa.it

Tre anni e 6 mesi di reclusione per Amedeo Scatà (foto), pregiudicato ragusano di 27 anni, arrestato per lesioni gravissime provocate il 5 ottobre 2012 all’attacchino modicano Angelo Pulino di 49 anni. La sentenza è stata emessa dal giudice unico Eleonora Schininà, dopo che il pubblico ministero Concetta Vindigni aveva chiesto la pena di tre anni. Scatà e Pulino erano entrambi intenti a svolgere l’attività di affissione per le elezioni regionali siciliane. L’imputato, per futili motivi, aveva inferto un colpo al modicano che cadeva a terra riportando gravissime lesioni, tanto che era stato ricoverato presso il reparto di rianimazione dell’Ospedale Cannizzaro di Catania in prognosi riservata. Scatà, a seguito della brutale aggressione, nonostante l’evidente gravità delle condizioni di salute del Pulino Angelo, caduto a terra rovinosamente perdendo conoscenza, si era dato alla fuga. Grazie all’attività esperita, senza soluzione di continuità, dalla polizia era stato arrestato.

Successivamente fu ammesso ai domiciliari e dopo, su richiesta del difensore, l’avvocato Maurizio Catalano, fu scarcerato. Angelo Pulino si era costituito parte civile.