Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:31 - Lettori online 1345
RAGUSA - 14/04/2015
Cronache - La banda è stata smascherata dalla Squadra volante

Ladri rumeni "assortiti": donna incinta e uomo zoppicante

A loro carico il Questore di Ragusa ha emesso il foglio di via obbligatorio con il divieto di ritornare a Ragusa nei prossimi tre anni Foto Corrierediragusa.it

Continua incessante l’azione di prevenzione e controllo del territorio dell’Ufficio Volanti della Questura ragusana con particolare attenzione al contrasto ai reati predatori fonte di particolare preoccupazione della cittadinanza. Nel pomeriggio di lunedì gli uomini diretti dal Commissario Capo Filiberto Fracchiolla, hanno denunciato per furto aggravato ai danni di un noto centro commerciale locale quattro cittadini rumeni domiciliati fuori provincia. Gli stessi hanno organizzato l’azione furtiva dividendosi i compiti. La donna, C. G. I. di 24 anni, peraltro in stato di gravidanza, pensando di destare meno sospetti, ha occultato la merce sottratta nella propria borsa.

V. M. C., 32enne, si è occupato di staccare la placca antitaccheggio utilizzando un giravite, poi sequestrato, e U. M. di 24 anni, con alcuni problemi di deambulazione, ha pensato di dare comunque il proprio contributo, con il compito di distrarre l’attenzione della vigilanza interna. Infine, all’esterno, C. F., di 32 anni, aspettava alla guida di una Ford Focus per agevolare la fuga della banda.

Qualcosa però è andata storto. Infatti, staccare il blocchetto dell’antitaccheggio non è servito ad impedire al sistema di segnalare la merce rubata, grazie alla presenza di ulteriori espedienti nascosti all’interno degli articoli esposti in vendita. A quel punto, smascherata, la donna non ha potuto fare altro che ammettere le proprie colpe, mandando all’aria i propositi criminali. L’immediato intervento di una volante ha permesso di ricostruire i fatti accertando le rispettive responsabilità dell’intera banda, che, senza riuscirci, aveva cercato di confondersi con altri clienti presenti all’interno del negozio. Restituita la merce, calzature di marca per un valore complessivo di circa 80 euro, i quattro cittadini di nazionalità rumena, con precedenti specifici, sono stati denunciati per furto aggravato in concorso. A loro carico il Questore di Ragusa ha emesso il foglio di via obbligatorio con il divieto di ritornare a Ragusa nei prossimi tre anni.