Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 12:30 - Lettori online 907
RAGUSA - 30/03/2015
Cronache - Dopo 5 anni di processo

Concluso processo occupazione ex hotel

L’Inpdap chiese lo sgombero dei locali abbandonati sostenendo di avere dei progetti di recupero Foto Corrierediragusa.it

Si è concluso dopo cinque anni il processo a carico di quattro membri dell’ex collettivo «La Fabbrica» che nel 2009 occuparono l’ex hotel San Giovanni. Una struttura abbandonata da tanti anni e per la quale l’Inpdap aveva chiesto lo sgombero, poi arrivato con le denunce. In quattro erano stati accusati di minacce, violenze e furto. Oggi sono stati assolti da queste accuse ma 3 di loro dovranno pagare una multa di 120 euro per il reato di occupazione dell’ex hotel e mille euro di danni all’Inpdap, ovvero il corrispondente di due mesi di locazione. La sentenza è stata emessa dal giudice del tribunale di Ragusa. I membri dell’ex collettivo hanno diramato una nota sull´epilogo giudiziario della vicenda: «Dopo oltre cinque anni si conclude il processo con una sentenza che ci lascia con un sorriso amaro. Cinque anni di udienze, ovviamente pagate da tutti cittadini, inutili. Il pubblico ministero stesso avevo chiesto la piena assoluzione per tutti i reati ascritti».

"Tra 60 giorni - si legge ancora nella nota - potremo leggere le motivazioni e subito dopo andremo in appello, perché occupare un posto proprietà dello stato, chiuso e fatiscente, per restituirlo alla città non è e non sarà mai un reato ai nostri occhi".

L’Inpdap chiese lo sgombero dei locali abbandonati sostenendo di avere dei progetti di recupero per la struttura. Nessun progetto è stato mai attuato per l´ex hotel che, con l´iniziativa dei componenti del collettivo e dei tanti cittadini che vi si recavano, era diventato uno spazio per incontri e dibattiti. Ora la struttura fatiscente è ancora mestamente chiusa.