Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 651
RAGUSA - 24/03/2015
Cronache - Dopo un sit-in dinanzi alla sede della ex provincia regionale

Alberghiero Modica: soluzioni trovate

A breve inizieranno i lavori per ristrutturare i locali scolastici Foto Corrierediragusa.it

I rappresentanti di tutte le classi dell’Istituto Alberghiero di Modica hanno promosso un sit-in davanti a palazzo del Fante, sede della ex Provincia regionale di Ragusa, per chiedere nuovi locali per la sezione staccata di Sorda Sampieri e assicurazioni per la riparazione delle infiltrazioni della sede centrale. A ricevere gli studenti il capo di gabinetto Gianni Molè che ha riferito loro che il dirigente del settore edilizia scolastica Salvatore Maucieri ha effettuato dei sopralluoghi nella loro scuola per verificare lo stato dei luoghi. Dopo un breve colloquio telefonico con l’ingegnere Maucieri, che ha informato anche il dirigente scolastico dell´alberghiero di Modica Bartolomeo Saitta delle decisioni assunte, il capo di gabinetto ha rappresentato agli studenti alcune determinazioni. Per i lavori di riparazione delle infiltrazioni nella sede centrale è stato aggiudicato l’appalto per i lavori alla ditta Gradini che non li ha potuti finora avviare per le cattive condizioni del tempo ma che già nelle prossime ore aprirà il cantiere.

Per quanto concerne i locali della sezione staccata giudicati angusti e non rispondenti a determinate esigenze di carattere scolastico, il dirigente del settore ha annunciato che pubblicherà nei prossimi giorni una manifestazione di interesse per la ricerca di nuovi locali nel comune di Modica da adibire a sede scolastica con lo stesso canone di locazione di quello pagato finora.

La rappresentante degli studenti Giulia Tumino, a nome dei suoi compagni di corso, si è dichiarata soddisfatta per gli impegni assunti dai dirigenti della ex Provincia e ha dichiarato che gli studenti continueranno a monitorare la situazione per riuscire a risolvere i problemi logistici del loro istituto e per avere una sede più funzionale. Gli stessi studenti avevano dato luogo a qualche giornata di autogestione per evidenziare la problematica.