Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:17 - Lettori online 748
RAGUSA - 24/03/2015
Cronache - Per il ragazzo, residente a Giarratana, non c’è stato nulla da fare

L´ultimo saluto a Francesco Frasca

Il giovane è morto sul colpo e vani si sono rivelati i soccorsi
Foto CorrierediRagusa.it

Celebrati nella chiesa di San Bartolomeo a Giarratana i funerali di Francesco Frasca (nel riquadro della foto dell´incidente mortale), il 34enne morto nello scontro frontale tra una Bmw e una Fiat Uno verificatosi poco dopo le 13.30 di martedì lungo la provinciale Ragusa – Vittoria, in contrada Castiglione nei pressi dello svincolo per la strada Cento pozzi. Francesco Frasca viaggiava sulla Fiat Uno diretta a Ragusa. Una folla di parenti e amici ha preso parte alle esequie. Francesco Frasca lascia la giovane moglie e due figli piccoli. Nell´´incidente fatale è rimasto ferito pure il guidatore dell’utilitaria, amico e coetaneo della vittima: si tratta del 37enne A.P., pure lui residente a Giarratana, immediatamente trasportato in ambulanza al «Civile» di Ragusa dove si trova ricoverato. Le sue condizioni cliniche non destano particolare preoccupazione. Non è stato facile estrarre il giovane dal groviglio di lamiere e i vigili del fuoco hanno lottato contro i secondi per liberarlo subito. I pompieri si davano da fare con flex e tenaglie mentre il ragazzo urlava di dolore vicino al corpo senza vita dell´amico intrappolato nell´abitacolo.

Quasi illeso ma sotto shock invece il conducente della Bmw, il 62enne A.G., che viaggiava in direzione Vittoria. Ancora da accertare le cause dello scontro fatale, forse imputabili all’alta velocità e all’asfalto viscido per la pioggia battente. Il 34enne è morto sul colpo e vani si sono purtroppo rivelati i soccorsi. La strada è stata chiusa al traffico e i due veicoli sono stati sequestrati come da prassi. I rilievi propedeutici all’accertamento dell’esatta dinamica sono della Polstrada e della polizia provinciale.