Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 0:33 - Lettori online 1050
RAGUSA - 03/03/2015
Cronache - Tutti i numeri dell’attività svolta

Caccia chiusa: denunciati 69 bracconieri

Ben 48 denunce sono state effettuate per attività venatoria con mezzi vietati Foto Corrierediragusa.it

Ben 683 cacciatori controllati di cui 69 denunciati all´autorità giudiziaria per reati legati all´attività venatoria. Sono alcuni dei numeri relativi al bilancio della stagione di caccia resi noti dal comandante della polizia provinciale di Ragusa Raffaele Falconieri (foto), a circa un mese dalla chiusura della stagione, terminata il 31 gennaio. Tra le attività completate, quella che ha portato alla denuncia di bracconaggio e maltrattamento di animali del titolare di un´azienda agricola in c. da Palamentana, territorio del Comune di Ragusa, all´interno della quale sono state rinvenute numerose trappole e gabbie per animali di qualsiasi specie: dall´avifauna, ai conigli, ai cinghiali. Nell´area in questione sono stati ritrovati chiusi in gabbia numerosi animali (tra cui 3 cinghiali, 25 testuggini, una poiana di Harris) in pessime condizioni igienico-sanitarie. In quell´occasione sono stati trovati diversi animali, vivi e morti. "Il nostro principale intento - ha detto Falconieri - resta quello della salvaguardia degli animali".

Tra i reati accertati dagli agenti della provinciale nel corso dell´ultimo anno, 48 denunce sono state effettuate per attività venatoria con mezzi vietati; 11 per furto venatorio; 4 per attività venatoria su specie cacciabile ma al di fuori dell´arco temporale; 3 per abbattimento di una specie particolarmente protetta, come nel caso di un istrice a bastonate, con mezzi vietati e in periodo di divieto generale; 2 per porto abusivo d´armi; una per tentato furto venatorio.

Tre sono stati gli animali vivi consegnati ai centri di fauna selvatica di Comiso e Belpasso: 2 gheppi, un allocco e un daino. La fauna selvatica sequestrata e abbattuta è di 3 colombacci, 3 tortore, un istrice, un merlo, 112 storni, un rigogolo, 57 conigli selvatici, 28 allodole, 32 tordi e una beccaccia. La fauna liberabile che è stata trovata ammonta a 16 storni, 7 testuggini, 7 cardellini, 3 cinghiali ed un falco. Nel corso dell´attività, inoltre, gli agenti della Provinciale hanno sequestrato 49 fucili, mille 272 cartucce a pallini, 35 furetti, 33 trasportini, 18 cartucciere, 3 trappole per la cattura di conigli selvatici; 15 richiami acustici; 28 gabbie; 2 bastoni; 4 reti; 42 foderi fucili; uno zaino. Sono stati infine 34 in totale i reati amministrativi che sono stati elevati.