Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:37 - Lettori online 274
RAGUSA - 05/07/2008
Cronache - Ragusa - Sono tornati liberi Angelo Iacono e Emanuele Raniolo

Revoca dei domiciliari per i due assistenti capo della Polstrada

Il gip ha però imposto l’obbligo di dimora a Ragusa Foto Corrierediragusa.it

Revoca dei domiciliari e obbligo di dimora a Ragusa per i due assistenti capo della Polstrada di Ragusa arrestati la scorsa settimana dai loro stessi colleghi per concussione. Si tratta dei ragusani Angelo Iacono ed Emanuele Raniolo, di 49 e 40 anni. I due ieri sono tornati liberi, seppur con la restrizione della dimora a Ragusa, su decisione del gip Michele Palazzolo, che li aveva sentiti quattro giorni fa. Proprio nell’ambito dell’interrogatorio di garanzia gli avvocati avevano fatto valere la tesi difensiva dell’insussistenza degli estremi per la contestazione del reato ai loro due assistiti.

Alla luce di ciò i legali si sono altresì rivolti ai giudici del tribunale della liberta di Catania, che dovrebbero pronunciarsi in merito tra circa una settimana. I due assistenti capo erano finiti in manette per aver accettato parte della carne suina contenuta nella cella frigorifera del mezzo pesante condotto dall’autotrasportatore, che era stato fermato per un normale controllo lungo la Modica ? Ispica. Stando al tenore delle dichiarazioni dei due assistenti capo, pare fosse stato lo stesso autotrasportatore ad offrire loro qualche chilo di fettine di maiale, per «ingraziarseli».

Il camionista avrebbe così inteso manifestare gratitudine ai due agenti per il mancato verbale che, stando alla tesi difensiva, non sarebbe comunque stato elevato, a fronte della mancata contestazione di infrazioni al codice della strada o di irregolarità per quanto riguarda la rigida normativa dell’igiene sul trasporto degli alimenti deperibili.