Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 896
RAGUSA - 30/01/2015
Cronache - Con l’accusa di omicidio colposo in concorso

Cadde dal tetto e morì: 4 rinvii a giudizio

Quando arrivarono i soccorsi, le condizioni cliniche erano disperate e la vittima spirò poco prima dell’arrivo in ospedale
Foto CorrierediRagusa.it

Quattro rinvii a giudizio per omicidio colposo in concorso sono scaturiti dall’incidente sul lavoro costato la vita la vigilia di ferragosto 2012 al 39enne Erminio Scatà (foto). L’uomo cadde rovinosamente dal tetto di un capannone della zona industriale di Ragusa dove stava montando dei pannelli, morendo sul colpo dopo un volo di dieci metri. Su decisione del gup Andrea Reale, dovranno comparire il prossimo 2 ottobre dinanzi ai giudici il titolare di una impresa edile, Antonino Giuffrè, 51 anni; l’imprenditore napoletano 68enne Vincenzo Pisacane; la coordinatrice dei lavori Veronica Busso, 49enne ragusana, e il responsabile dei lavori Gianluca Caruso, vittoriese di 33 anni. Ben sei le parti civili rappresentate dai familiari dello sfortunato operaio ragusano. Scatà stava lavorando per conto di una ditta che si occupa dell’installazione di pannelli coibentanti. Durante la messa in posa dei pannelli, l’uomo perse l’equilibrio per cause da accertare, rovinando al suolo e sbattendo con violenza la testa. Quando arrivarono i soccorsi, le condizioni cliniche erano disperate e la vittima spirò poco prima dell’arrivo in ospedale.

Le indagini avviate a seguito dell’incidente sul lavoro, uno dei tanti, troppi casi che hanno funestato la provincia iblea, individuarono i quattro presunti responsabili della tragedia, ora rinviati a giudizio su decisione del magistrato, il quale ha rigettato la richiesta del collegio difensivo volta ad un supplemento di indagine con lo scopo di accertare eventuali responsabilità a carico di ulteriori soggetti.