Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:30 - Lettori online 742
RAGUSA - 22/01/2015
Cronache - Allerta meteo per le prossime 36 ore: meglio non uscire da casa

Nuovo ciclone negli Iblei: grandinata a Ragusa e strade allagate. A Modica crolla il muro di cinta del vecchio campo sportivo "Barone" in via Nazionale

Oltre ai forti temporali accompagnati da grandine, non mancheranno venti impetuosi e mareggiate
Foto CorrierediRagusa.it

Ormai è quasi una prassi che sindaci dei vari comuni e uffici preposti lancino l´allerta meteo a fatto compiuto, come accaduto in queste ore, quando già la gente in giro, a piedi o in auto, è stata sorpresa da grandine, pioggia e vento forte. Tanti i disagi e qualche danno ad autoveicoli ed immobili, ma per fortuna nessun ferito. A causa del maltempo erano stati chiusi temporaneamente gli aeroporti di Catania e Comiso con i voli dirottati al "Falcone Borsellino" di Palermo. La situazione si è normalizzata ed entrambi gli scali sono di nuovo pienamente operativi. A Ragusa una violenta grandinata accompagnata da forte pioggia ha fatto saltare i tombini, allagando le strade. Stessi problemi anche sulla Ragusa mare e in altre zone limitrofe. Parecchi gli interventi dei vigili del fuoco anche nel Modicano, con sedi stradali invase da detriti o rami d´albero spezzati.

A Modica è parzialmente crollato il muro di cinta del vecchio campo sportivo "Vincenzo Barone" (foto) in via Nazionale, senza provocare danni a persone, mentre sono invece state danneggiate alcune auto in sosta. Tanta la paura tra i residenti a causa del forte boato causato dal crollo dei calcinacci al suolo.

Per le prossime ore sono previsti forti temporali, grandinate e venti di alta intensità. Poco dopo mezzogiorno una tromba d’aria proveniente dalla fascia costiera si è abbattuta a Modica mentre un violento temporale imperversava su Ragusa e zone limitrofe. Il bollettino di Protezione civile regionale conferma che la Sicilia sarà la regione più colpita dal maltempo per le prossime 36 ore, a causa della risalita di un ciclone dal Canale di Sicilia verso il basso Tirreno.

Secondo il bollettino meteo dell’Aeronautica Militare sono previsti temporali accompagnati da rovesci di forte intensità, fulmini e forti raffiche di vento che colpiranno nelle prossime ore le zone meridionali della regione, per poi estendersi a tutta l’isola con i fenomeni più estremi tra le province di Trapani e Agrigento, in estensione a palermitano, nisseno e messinese nel corso della giornata.

Oltre ai forti temporali e grandinate, non mancheranno venti impetuosi e mareggiate sulle coste esposte. Si consiglia dunque di stare a casa e di uscire solo se strettamente necessario adottando tutte le precauzioni del caso.