Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 9:49 - Lettori online 1169
RAGUSA - 17/01/2015
Cronache - Ancora un episodio di microcriminalità per fortuna senza feriti

Residenti rapinati in casa a San Giacomo

Sulla vicenda intervengono i consiglieri comunali Chiavola e Laporta Foto Corrierediragusa.it

Due residenti di San Giacomo sono stati legati, imbavagliati e rapinati in casa loro: è emergenza ordine pubblico. Una traumatica esperienza per i due coniugi della frazione. Sono rimasti, infatti, vittima di una coppia di malviventi che li hanno legati e imbavagliati e hanno fatto man bassa di quanto sono riusciti a trovare nella loro abitazione. "Si tratta di un episodio che, nella sua gravità, ripropone con forza la questione dell’installazione di alcune telecamere per la videosorveglianza, magari nelle aree di accesso al centro abitato, al servizio della frazione rurale di Ragusa»: lo dichiara il consigliere comunale del movimento «Il Megafono», Mario Chiavola, anche alla luce del grande allarme sociale che a San Giacomo l’episodio in questione ha creato. «Sembra che sia lo stesso modus operandi – prosegue Chiavola – utilizzato da altri malfattori in varie zone della provincia.

Chiediamo all’Amministrazione comunale di individuare le somme necessarie per dotare la zona di un minimo sistema di telesorveglianza. La questione ordine pubblico è diventata una priorità. Chissà - conclude Chiavola - come sarebbe potuta finire questa rapina se fosse stato accennato un minimo di reazione da parte delle vittime».

Anche il consigliere comunale Angelo Laporta chiede che il problema venga affrontato in Consiglio comunale. L´intervento del capogruppo di Territorio a Palazzo dell´Aquila parte dalle indicazioni di privati cittadini. «Mi arrivano sempre più segnalazioni in ordine ai furti in appartamento che si consumano a tutte le ore del giorno - ha affermato- ed è un problema che riguarda il centro ma, negli ultimi tempi, anche le periferie della città iblea».


Parole Sante.....
17/01/2015 | 19.24.22
Fabio

Si....PAROLE SANTE Sign. Gianni...sembra assurdo ma in Italia la storia è questa!! Tutti impuniti anche per reati gravi,siamo nelle mani di nessuno... ed in quelle della delinquenza!! BASTA davvero! è ora di intervenire seriamente, siamo lo zimbello d´Europa, un extracomunitario con precedenti mi disse chiaramente che qui in Italia è una PACCHIA... si può fare quello si vuole e non si rischia gran che..."apposta son venuto qui" ...povera ITALIA....tra delinquenti locali e non siamo tornati al FAR WEST...


ma finiamola...
17/01/2015 | 11.38.02
gianni

guardi, sig.la porta, che il problema non riguarda solo il centro o la periferia… riguarda tutta l’italia! non la sfiora neanche per un attimo l’idea che il problema non sta nella prevenzione, nella videosorveglianza o nella presenza delle forze dell’ordine sul territorio? non la sfiora l’idea che il problema sta nella TOTALE IMPUNITA’ di cui godono, di fatto, i delinquenti? non pensa che siamo arrivati al punto in cui gli unici deterrenti per chi commette reati sono le denunce e gli arresti domiciliari, per giunta puntualmente non rispettati? non pensa che se chi delinque ha la certezza di non finire mai in galera, a meno che non ammazzi una decina di persone, il problema della sicurezza dei cittadini onesti non si risolverà mai? se vuole fare veramente qualcosa di serio per i cittadini si dia da fare nel coinvolgere i politici locali per portare il problema a Roma, in quelle stanze in cui negli ultimi 20 anni è stato fatto di tutto per vanificare le norme penali… qualsiasi altra cosa non serve a niente!