Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:15 - Lettori online 1085
RAGUSA - 22/12/2014
Cronache - E’ accaduto in contrada Cimillà, Mario Chiavola ha denunciato il fatto

Due cani trovati morti, è stato avvelenamento

Due settimane fa il proprietario di un cane abbandonato in un sacchetto era stato "incastrato" grazie alle telecamere Foto Corrierediragusa.it

Due cani sono stati avvelenati in contrada Cimillà. Gli animali sono stati trovati senza vita e la morte è stata causata da avvelenamento. Non è stato possibile finora risalire agli autori del gesto o avere a disposizione elementi utili per identificare i responsabili. Mario Chiavola, presidente dell’associazione «Ragusa in Movimento», ha denunciato il fatto.

"C’è gente che si sente autorizzata ad agire indisturbata senza minimamente porsi il problema di ciò che ha causato -dice Chiavola- Qualcuno deve pagare per quello che è accaduto. Le autorità competenti, a cominciare dalle guardie zoofile, verifichino con attenzione, nell’area in questione, se è possibile risalire agli autori di questa strage a quattro zampe. Siamo sempre convinti che chi tratta gli animali in questo modo, con le persone chissà come si comporterà. Anche il Comune prenda atto della situazione e intervenga in maniera sollecita, intensificando i controlli dappertutto».

Proprio nelle scorse settimane le guardie zoofile hanno identificato il proprietario di una cane che è stato lasciato dentro un sacco di iuta alla periferia della città mettendone in pericolo la sopravvivenza. In quel caso il responsabile è stato "incastrato" dalle immagini delle telecamere installate nella zona.