Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 727
RAGUSA - 18/12/2014
Cronache - La banda era ben organizzata

Rame rubato anche ad Enel: 6 arresti

L’indagine ha accertato 15 furti alla società elettrica, per un totale di 7 mila 800 chili di rame sequestrato Foto Corrierediragusa.it

Il furto di rame rendeva così bene a una banda di romeni nel Ragusano che non bastava più la "manodopera" presente in Sicilia, e così faceva arrivare ladri di "oro rosso" dal paese d´origine. E´ quanto emerge dall´operazione "Alta tensione" della polizia con l´arresto di sei persone in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dal gip. Un settimo destinatario del provvedimento è nel frattempo deceduto in Romania per le ustioni riportate mentre incendiava un´abitazione. Complessivamente, durante i controlli eseguiti negli ultimi sei mesi, sono state arrestate 17 persone e denunciate altre 12 per ricettazione. I furti, secondo la ricostruzione degli investigatori, erano progettati a cena. Obiettivi principali dell´organizzazione le campate di alta tensione dell´Enel, che, in codice, erano definite "alberi da tagliare". Il "taglio" del cavo era eseguito da un "esperto", capace di incassare 100 euro a notte. Ai furti partecipavano 4-5 persone. L´autista arrivava a operazione conclusa per evitare di fare nascere sospetti. I furti sono stati commessi nei territori di Comiso, Ragusa, Chiaramonte Gulfi, Giarratana e Mazzarrone.

L´indagine ha accertato 15 furti all´Enel, per un totale di 7 mila 800 chili di rame sequestrato per un valore stimato in circa un milione e mezzo di euro, commessi tra gennaio e giugno scorsi. Scoperti anche due furti nell´ex base Nato di Comiso, per circa 900 chili di "oro rosso". Assaltate anche aziende agricole e zootecniche.